Intervista: Ilona Staller ricorda la sua amica Barbarella, ex pornostar morta a dicembre

Lo scorso 3 dicembre se n’è andata a soli 52 anni e nel silenzio più totale l’ex pornostar Barbarella (al secolo Virna Aloisio Bonino). Nata a Torino nel 1963, il suo nome d’arte era un omaggio all’omonimo film di Roger Vadim con Jane Fonda.

Cavallo di razza della scuderia “Diva Futura” di Riccardo Schicchi e Ilona Staller / Cicciolina, scopritori di dive dell’hard come Moana Pozzi, Ramba, Miss Pomodoro e Baby Pozzi, a differenza di molte colleghe Barbarella aveva recitato anche in teatro (“Hamlet Suite” con Carmelo Bene) e sognava una carriera più nobile. Riuscì a fare qualcosina sia in tv (“Avanzi“) sia al cinema (“Simpatici e antipatici” di Christian De Sica) e dopo il ritiro dalle scene hard si era rifatta una vita a Ostia, pur incontrando difficoltà nel trovare lavoro a causa del suo passato, nonostante un diploma da fisioterapista.

Nel 2006 denunciò infatti l’ostracismo nei suoi confronti da parte di una cooperativa che continuava a discriminarla, rifiutandosi di assumerla proprio per il suo nome. Dopo alcuni ritocchi chirurgici che l’hanno un po’ cambiata, la sua ultima apparizione pubblica fu nel 2012 ai funerali del compianto Riccardo Schicchi. La notizia del decesso è stata data, nell’indifferenza generale, da Ilona Staller ad oltre un mese di distanza. Ed è proprio alla mitica Cicciolina che ci siamo rivolti per un ricordo di Barbarella, trasformatosi poi in una vera e propria intervista in cui la diva per eccellenza del cinema hard ricorda l’amica scomparsa e non solo..

Barbarella X

Barbarella sulla copertina di una rivista dell’epoca

Intervista di Ivan Zingariello

Ciao Ilona e grazie per la disponibilità. Innanzitutto ricordiamo da dove nasce la vostra avventura..

Io avevo un’agenzia, una società al 50% con Schicchi che si chiamava “Diva Futura”. Lì abbiamo, diciamo, monopolizzato tutti i nuovi artisti e li abbiamo fatti diventari famosi. Ad esempio Moana e Baby Pozzi, poi Ursula Davis detta Hula Hop, o ancora Ramba e Petra. Nella nostra agenzia c’era ormai un via vai di artisti a cui facevamo fare le serate, anche doppie, e poi si partiva di qua e di là per la Grecia, la Spagna ecc. Insomma erano tutti personaggi nuovi e freschi che abbiamo “inventato” Riccardo Schicchi ed io e che poi, man mano, sono cresciuti grazie a Diva Futura.

Quando hai conosciuto Barbarella?

Barbarella è arrivata a cavallo tra gli anni ’70 e ’80. Praticamente si è presentata questa bella bionda con i boccolini, i ricciolini, gli occhi belli da cerbiatta.. insomma una faccetta molto bella. Mi ha detto: “Cicciolina io ti ammiro – ti dico, era adorabile – ti ammiro e voglio diventare una grande pornodiva, vorrei essere una star”. Con Schicchi iniziammo a fare i primi servizi fotografici, poi siccome a lei piaceva proprio fare la pornodiva, oltre ai servizi faceva anche i film. Ha lavorato con tanti altri artisti pornodivi.

Barbarella 9

Ilona, Roberto Malone e Barbarella in “La perversione degli angeli”

Cosa ricordi di lei?

Barbarella aveva una cosa molto buona, le piaceva essere artista a 360° e aveva un’ottima memoria, si ricordava di tutto e di più; se tu le davi una pagina da imparare, in cinque minuti la imparava tutta. Proprio un buon cervello! Ha fatto anche teatro per un periodo, era molto brava e ha studiato abbastanza a lungo. Ed era mansueta, intelligente, dolce e secondo me anche molto fragile di carattere.. una buona persona. Se non sbaglio con Barbarella abbiamo anche fatto una manifestazione nel centro di Roma per la proposta di legge che feci quando ero parlamentare contro la sperimentazione sugli animali vivi, con i cartelloni “No alla vivisezione”.

Quando vi siete viste l’ultima volta?

L’ho incontrata 3 anni fa al funerale di Schicchi e lei mi disse “Dai Cicciolina, facciamo teatro insieme, un musical”. Io le risposi “Guarda Barbarella, troviamoci gli sponsor perché l’Italia è messa male economicamente”. Eravamo desolate per la morte di Schicchi, fu una cosa allucinante, e lei la buttò lì. Ci siamo messe a chiacchierare e le chiesi “Come stai Barbarella? Tutto bene?” e mi rispose “Sì, Cicciolina”, “..facciamo il teatro.. facciamo musical…”, insomma aveva gran voglia di fare. Io l’ho trovata anche bene fisicamente perché era dimagrita dopo il periodo in cui era leggermente ingrassata e infatti mi diceva, girando su se stessa, “Vedi? Sono anche dimagrita, proprio perché ho gran voglia di lavorare” e io le ho detto “Assolutamente Barbarella, chiamami.. Ci vediamo e progettiamo, e intanto anche tu vedi se si trova qualche sponsor che metta dei soldi per fare un lavoro teatrale come si deve..”. E’ ovvio che per tutte le cose importanti e belle servono i soldi, non è che puoi dire di punto in bianco “ora faccio il teatro”, perché senza soldi non fai niente, e quando si fa teatro servono davvero tante cose, basti pensare a quanto costa una scenografia..

Barbarella 2

Barbarella dietro a Ilona Staller al funerale di Riccardo Schicchi

E successivamente come è proseguito il vostro rapporto?

Dopo il 2012 ci siamo sentite, però gli sponsor non li abbiamo trovati. Ogni tanto mi chiamava “Ciao Cicciolina, ci vediamo..” eccetera, poi o io partivo o lei era impegnata, io andavo avanti con i miei lavori e lei intanto compariva e poi scompariva, ed è un peccato. Lei aveva la sua vita privata, ma non entro nel merito. Era molto in gamba ed io non riesco a capire come è potuto accadere una cosa così improvvisa, morire così giovane. E poi ciò che mi ha sorpreso è che la sua morte è rimasta così, avvolta nel silenzio.. nessuno l’ha ricordata.

L’ultima vostra telefonata, invece, a quando risale?

Risale a un po’ di tempo fa… Non saprei, forse un due anni o un anno e mezzo fa.. qualcosa del genere. Non ricordo con esattezza perché mi sento con molte persone e ho talmente tanti messaggi da tutto il mondo, con tanta gente che mi chiama… In ogni caso con lei ho dei ricordi molto belli, delle fotografie.. abbiamo molte foto insieme, dovrei ricercarle.

Barbarella 1

Barbarella e Ilona Staller

E con le altre ex pornodive sei rimasta in buoni rapporti?

Beh so che Barbarella mi voleva molto bene e sono pochi i personaggi di Diva Futura con cui ho mantenuto i rapporti. Ad esempio c’è Vampirella che ha aperto tipo un ristorante o paninoteca, ogni tanto la sento e mi manda dei messaggi, però ha lasciato l’hard e non ha piacere di parlare della pornografia. Di Baby Pozzi invece ho perso le tracce dopo che si è messa con il marito di Moana, poi ce ne sono altre che hanno avuto dei problemi, mentre con Ursula Davis / Hula Hop ci vediamo spesso, facciamo delle grandi passeggiate, andiamo a cena insieme in piccoli ristoranti e andiamo a fare shopping.

In conclusione, su Barbarella?

Tornando a Barbarella, lei aveva veramente tanta voglia di fare qualcosa insieme, una nostra cosa insieme, capisci? Ribadisco che lei era molto buona di animo, molto fragile e molto bella… aveva un bel sedere, un bel portamento, diciamo, e un bel corpo. Era una bella donna e non riesco ancora, ripeto, a capire come è potuto accadere che sia morta così giovane, visto che c’è gente che muore a 90 anni, cazzarola!

Beh da questo punto di vista hai già vissuto l’esperienza di Moana…

Ma infatti anche Moana, che è morta a 33 anni.. e lei che muore a 52.. è sconcertante la cosa, credimi. Non riesco davvero a capire!

Barbarella 6

Moana Pozzi e Barbarella

Ci dai una chicca finale?

Beh, Barbarella era buddista, non era cattolica. Io ho detto a una persona “vado in chiesa a pregare per Barbarella” e mi è stato risposto che non era il caso perché lei era buddista.. e io ho ribadito “Ma io sono cattolica, per cui da cattolica prego il mio Dio per lei!

Grazie per questa tua testimonianza Ilona, a risentirci presto!

Grazie, un bacione grande e buona serata.

Barbarella 3

Barbarella alla 1a conferenza stampa del Partito dell’Amore

A completamento dell’intervista a Ilona, un ricordo finale ha voluto lasciarlo anche Luca Di Carlo, il “Sexy Avvocato”, amico personale di Barbarella.

Barbarella negli ultimi periodi era molto in forma perché voleva rilanciarsi nel mondo dello spettacolo. Voleva fare persino un film e visto il nostro grande rapporto mi confidava “Io voglio tornare a fare teatro” e indipendentemente da questo mi diceva che voleva fare un video, o un film o qualcosa di televisivo con me. Io le proposi di partecipare ad un video di musica electro house e lei era felicissima di questa cosa, ma all’improvviso è stata ricoverata e se n’è andata in un battibaleno. Quando fu ricoverata non la sentivo da un mesetto, ma con Ilona pensavamo che questa situazione sarebbe durata perlomeno un po’ di giorni, non immaginando che potesse spegnersi così rapidamente. Due settimane prima ci dovevamo vedere proprio per parlare delle riprese di quel video, che lei vedeva come una speranza di ricominciare, visto che era molto sofferente perché non le hanno mai dato quello spazio che lei avrebbe voluto. Ma non è stata solo un’attrice hard; era una grande intrattenitrice e anche un’attrice di teatro, oltre che una donna che ha fatto della sua vita ha fatto filisofia, tenendo sempre con sé quel savoir-faire di donna dell’eros, però lasciandosi alle spalle il periodo precedente. A me non ha mai parlato di eventuali malattie pregresse, era pimpante, era una donna eccezionale. Mi diceva sempre “Fanno sempre tutte queste trasmissioni sulla morte di Moana. E’ vergognoso quello che hanno il coraggio di inventarsi su una persona deceduta per fare audience”. Sarebbe voluta tornare in tv con Ilona per supportarla contro questi speculatori. E mi fa veramente piacere poter ricordare Barbarella qui, senza approfittarne come fa appunto tanta gente che specula sulla morte, costruendo delle cose che non sono assolutamente vere pur di far notizia, il che è davvero una cosa orrenda. Grazie a te, Ivan, per aver onorato la memoria di Barbarella.

Barbarella g3

In conclusione approfittiamo per ricordare che Ilona Staller ha da poco lanciato una nuova pagina Facebook, Cicciolina Wellness STAR +, in cui dice testualmente: “vi svelerò tutti i miei segreti per poter mantenere il vostro corpo in modo fantastico“. Inoltre ieri pomeriggio è stata ospite a Domenica Live su Canale 5, in un discusso blocco in cui c’è stato anche uno screzio tra l’avvocato Di Carlo e Barbara D’Urso, tacciata di aver mandato in onda una ricostruzione fuorviante della vicenda che ha portato Ilona a processo per frode assicurativa. Ma questa è un’altra storia…

Ivan Zingariello

 

Barbarella nel simpatico videoclip del 2006 “Però mi piace”