Isabella Mastrodicasa: la manager di spettacolo che ha conquistato L.A.

Amici di Mondospettacolo, oggi vi presenterò “Isabella Mastrodicasa”, che ricopre il ruolo di manager e producer di una delle società più di successo di Hollywood la Heroes and Villains Entertainment.

Isabella benvenuta su Mondospettacolo, come stai innanzitutto?

Ciao Alex, grazie per il benvenuto, sto benissimo e sono felice di raccontarmi su Mondospettacolo.

Benissimo, allora dai, raccontaci un po’: come, dove e quando è iniziato tutto?

Sono nata in un paesino di 8000 abitanti sui monti Cimini, in provincia di Viterbo, e ho avuto la fortuna a nove anni di fare un viaggio negli USA tra i grattacieli di Manhattan, le luci di Las Vegas, e le colline di Hollywood. Da allora il sogno è sempre stato chiaro: dare voce a talenti nascosti ed emozionare gli spettatori del grande schermo attraverso quelle stesse storie che avevano commosso e segnato la mia sensibilità da piccola.

A 18 anni ho abbandonato la vita di provincia per trasferirmi nell’eccitante e cosmopolita Milano per conseguire una laurea in legge all’ Università Bocconi, studiando anche a Strasburgo e ad Harvard. Il sogno Americano però tornava sempre a galla e sentendo di dover dare voce alla mia passione e al mio sesto senso, a 26 anni ho mollato tutto e con molta determinazione sono partita alla volta di Los Angeles. La paura dell’incerto era tanta, ma continuavo ad avere in testa le parole di Steve Jobs durante il famoso discorso alla Standford nel 2005: “ keep looking, don’t settle”.

 

Ci sono state molte difficoltà linguistiche e culturali, tuttavia mi sono da subito sentita presa sul serio e rispettata nonostante fossi donna, nonostante fossi giovane, nonostante fossi straniera. Durante il mio primo lavoro a Verve infatti, ho avuto modo di lavorare con talenti come Colin Trevorrow (Jurassic World, Star Wars), Meg LaFeuve (Inside Out), Michael Arndt (Toy Story, Star Wars, Little Miss Sunshine) arrivando ad essere assunta da Frank Marshall per la società che ha fondato con la moglie Kathleen Kennedy nei primi anni ‘90.

Oggi lavoro per una società di management e produzione chiamata Heroes and Villains Entertainment, ci occupiamo di trovare progetti da produrre e di gestire le carriere di registi e scrittori. I nostri clienti lavorano sulle maggiori serie del momento, da Handmade’s Tale a 13 Reason Why, Jessica Jones, Cloak & Dagger, The Expanse, Dear White People, ma su film per Fox, Universal, Paramount, Warner Brothers, Netflix e Amazon.  Nel mio ruolo ho venduto alcuni dei progetti a produttori e finanziatori anche Italiani e, per ovvie ragioni, oltre a supportare il lavoro che i miei colleghi stanno facendo, mi sto focalizzando sul mercato Europeo e su talenti Italiani.

 

Sono anche in giuria per una serie di festival in giro per il mondo come il Big Apple Film Festival, il Venice Short Film Festival, l’ Hollywood Screenings Film Festival, il Miami Independent Film Festival, l’ NFFTY / National Film Festival for Talented Youth, e per delle competizioni in screenwriting alla UCLA e ad Harvard.

A chi legge vorrei consigliare di avere sempre il coraggio di seguire la propria intuizione, in qualche modo lei sa già quale sia la strada giusta da seguire.

Grazie Isabella, a nome mio e di tutta la mia redazione ti faccio i miei complimenti per il lavoro che hai fatto e che stai facendo e ti auguro una sfolgorante carriera.

Grazie Alex, a te e a tutti coloro che ci hanno letti.

A.C./ I.M.