Justyna Gromada: la Sexy Star che adora il marketing

Qualche premessa, utile per inquadrare il personaggio. La prima: parla quattro lingue. La seconda: adora i libri di marketing e di microeconomia. La terza: è abituata a dire sempre quello che pensa, senza troppi giri di parole. La quarta, che è anche l’ultima: da piccola sognava semplicemente di fare tanti soldi. Insomma, se pensavate che fosse tutto curve e poco cervello, siete fuori strada. Justyna Gromada quando parla riserva stoccate e si racconta senza filtri. Da anni è una delle sexystar più ricercate d’Italia e d’Europa. Ha fatto parte della squadra di Riccardo Schicchi, una scuola di vita che le ha permesso di salire sul palco e di conquistare il pubblico semplicemente con uno sguardo. Ma, soprattutto, è brillante e mai banale. Intelligente. Cinica al punto giusto. Naturalmente, è bellissima. Un corpo da favola e colori chi arrivano dall’est Europa. Da Danzica, la città polacca dove è nata e cresciuta. E dove, giovanissima, ha deciso di intraprendere la strada dell’eros. “Ho visto alla tv un documentario che parlava di spogliarelli e streap e mi è venuta voglia di provare”. Ecco, dopo l’imbarazzo del primo spettacolo, il resto è stato tutto in discesa. Questa, probabilmente, è proprio la sua strada. Ha girato l’Europa portando in scena la sua bellezza e il suo erotismo, evitando le telecamere dei film e collaborando con un’altra artista a “luci rosse”, Ilke Summer. Ma Justyna Gromada è diversa da tutte le altre. Ha un caratterino tosto che va di pari passo con una dolcezza infinita. E, soprattutto, ha voglia di lavorare. Tanta. Mail, telefono, agenda sono sempre a portata di mano. Un’artista in carriera, che ha le idee chiare sulle sue colleghe e sul futuro.

Dicevamo nelle premesse: da grande volevi guadagnare tanti soldi.

E’ proprio così: volevo essere indipendente, potermi fare la mia vita. Più o meno ce l’ho fatta…

È iniziato tutto da un… documentario!

Ho visto alla tv quelle donne e, due giorni dopo essermi diplomata al Liceo, sono salita sul palco per la prima volta. Mi sono buttata, ero giovane ed intraprendente. Ma ero anche esibizionista, con tanta voglia di emergere. E poi, nel 2006, è arrivato un incontro che mi ha cambiato la vita…

Arrivi in Italia e incontri Riccardo Schicchi.

Proprio così, ero una delle ragazze della sua scuderia. Lui mi manca, aveva idee pazzesche, era un uomo straordinario. Da quando lui se n’è andato, anche il mondo della notte è cambiato. Ormai la gente ha visto e rivisto tutto, purtroppo si sta scadendo verso il basso. All’inizio tutto era una novità, oggi è difficile attirare gente.

Eppure il tuo personaggio resiste, eccome se resiste…

La differenza penso la faccia l’intelligenza e la solarità. Sono gli unici elementi che ti permettono di sopravvivere in questo mondo. Il mondo della notte è bello, affascinante, con tante emozioni. L’importante è non commettere sbagli…

E tu hai scelto una linea ben precisa.

Sono in Italia da dieci anni e continuo a fare spettacoli, ho pubblicato 6 calendari, ho lavorato in tv ed ora sto collaborando insieme a Ilka Summer per presentare qualcosa di davvero originale. Insomma, mi do da fare. E di certo non me metto a fare film…

Come mai questa scelta?

Perché al giorno d’oggi non conviene! Chi fa film, oggi, ha poco cervello, si butta via per quattro soldi. Che senso ha? Pagano così poco, bisogna essere degli scemi per accettare. A meno che non si possa resistere a far sesso davanti ad una telecamera. Ma quella è un’altra storia…

Non a caso, Justyna Gromada ha legato il suo nome al palco.

È lì che provo le mie emozioni, adrenalina pura, eccitazione. Quando mi annoierò o lo vivrò come un peso, cambierò vita il giorno d’oggi. Ma, oggi come oggi, non ho nessuna intenzione di smettere.

E quando cambierai vita…

Farò qualcosa che non c’entra nulla col mondo della notte e dell’erotismo. Faccio fatica a vedermi commessa in un negozio, in piedi 8 ore al giorno… ma qualcosa di diverso lo troverò.

Sei una donna con idee chiare.

Sono testarda, quando voglio una cosa devo ottenerla. Sono egoista, ma anche dolce e allegra. Altrimenti dico solo cose brutte sul mio carattere…

Hai vizi?

Mi piace da matti il caffè, non posso proprio resistere. Non bevo, non fumo, adoro la palestra e amo leggere.

Cosa?

Libri che parlano di marketing, di tecniche di vendita, di micro-economia. Fa così strano che una sexy star sia appassionato di business?

No, ma forse siamo abituati a guardarti con altri occhi…

Agli italiani piace la mia solarità e la mia spensieratezza, non solo il mio corpo. Gli uomini adorano la donna che sorride, che li rende felici dopo una giornata di lavoro e di stress. Io sono solare dentro perché sono convinta di quello che faccio, al 100%.

Quindi, se tu tornassi indietro…

Rifarei questa scelta dieci, cento, mille volte! Non mi sono mai pentita, mi piace fare spettacoli e il mondo della notte si abbina al mio carattere! E poi, sono sempre riuscita a mantenere un equilibrio fra la vita notturna e quella diurna. Non è scontato, bisogna essere brave… e intelligenti.

Questa parola ricorre spesso.

Diciamo che lavorando nel mondo della notte e nel campo dell’erotismo occorre cervello. Ho visto persone finire male, altre perdere rapidamente di popolarità. Quando sono arrivata in Italia ero una ragazza giovane, straniera, che poteva subire il lavaggio del cervello. Nulla di tutto questo è accaduto. Io sono qua…

Cosa ti ha tolto questa vita?

L’affetto di una parte della mia famiglia che non mi rivolge più la parola. Ma sono legatissima a mia mamma, sa quello che faccio e mi vuole tanto bene. Sono legata anche a mia sorella, ho il suo supporto. Il resto per me non esiste, è come se fossero degli estranei.

Tra dieci anni dove ti vedi?

Non in questi locali, ma con un’attività tutta mia, impegnata a costruire business grazie ai libri che sto leggendo oggi. Io sono libera, e questa libertà in futuro potrà darmi opportunità lavorative a cui oggi non penso. Lo ammetto, oggi salire sul palco e sapere di provocare chi mi guarda mi piace ancora da impazzire…

A.T.