La Luna: un percorso di ricerca e creazione a partire dai rifiuti

NAPOLI – PALAZZO FONDI 24/29 settembre 2019 ore 18.00 e 21.00

 

Ideazione, drammaturgia e regia

Davide Iodice

 

Avviato nell’edizione 2018 del Napoli Teatro Festival Italia, con un laboratorio intensivo presso

l’Accademia di Belle Arti di Napoli, prosegue e si compie in forma scenica (debutto 12/13 e 14

luglio 2019 – ripresa 24/29 settembre 2019 presso Palazzo Fondi – Napoli) il nuovo processo di

indagine antropologica, sociologica e poetica ideato e diretto da Davide Iodice. La luna pone come

centro di riflessione lo scarto, il rifiuto, nella sua accezione simbolica, affettiva e emotiva: ciò di cui

ci si vuole o ci si deve liberare, o che si è ‘messo da parte’. L’ambito della ricerca espressiva è

quindi la Pòlis, la comunità cittadina, chiamata ad essere ‘drammaturga’ del processo creativo. I

cittadini sono stati invitati a portare i loro rifiuti in un luogo, che si è configurato mano a mano

come un vero e proprio “magazzino d’umanità”, dove gli oggetti raccolti ritrovano una dimensione

emblematica e testimoniale. Le narrazioni che accompagnano questi reperti autobiografici sono

state filmate, e hanno costituito via via la base di una scrittura scenica polifonica. Parallelamente è

stata condotta una ‘raccolta porta a porta’, sollecitando individualità ed esperienze variamente

rappresentative della città. Si compie così un atto psicoanalitico collettivo, trasformato

espressivamente dagli attori|performers, qui chiamati a contaminarsi con l’immondo psicologico di

una comunità per ricavarne una idea di mondo, di società, un senso perduto, identitario, pubblico, se

non già quel senno che Astolfo cerca sulla Luna dove “ciò che si perde qui, là si raguna”.

versi Damiano Rossi

training e studi sul movimento Fabrizio Varriale

spazio scenico, maschere e pupazzi Tiziano Fario

costruzioni scenotecniche Luciano Di Rosa

costumi Daniela Salernitano

assistente ai costumi Ilaria Barbato

luce e suono Antonio Minichini

allestimento Mattia Di Mauro

con Francesca Romana Bergamo, Alice Conti, Fabio Faliero, Biagio Musella, Annamaria Palomba,

Damiano Rossi, Ilaria Scarano, Fabrizio Varriale

produzione Teatri Associati di Napoli

direttore di produzione Hilenia De Falco

assistente di produzione Emanuele Sacchetti

produzione esecutiva Interno5

in collaborazione con scuola elementare del teatro |conservatorio popolare per le arti della scena,

ideato e diretto da Davide Iodice e Centro di Prima Accoglienza Napoli

Si ringraziano

Alessandra Attena, Rosa Di Sarno, Ninetynine S.R.L. coordinatore del progetto di valorizzazione temporanea dedicato a

Palazzo Fondi a cura dell’agenzia del demanio, Arianna D’Angiò e i partecipanti al ciclo Creazioni: della Scuola

Elementare del Teatro: Chiara Alborino, Salvatore Antonelli, Roberta Aprea, Livia Bertè, Angelica Bifano, Danilo

Blaquier, Francesco Calicchia, Antonia Cerullo, Veronica D’Elia, Alessandra Del Giudice, Mario De Masi, Giuseppe De

Vincentis, Giovanni Esposito, Greta Domenica Esposito, Emilia Erfolh, Antonella Esposito, Roberta Frascati, Angela

Garofalo, Eloisa Gatto, Alessandro Gioia, Rocco Giordano, Antonio Granatina, Lia Gusein – Zadé, Vincenzo

Iaquinangelo, Francesco Damiano Laezza, Lanà Lemberg, Roberto Maiello, Vittorio Menzione, Mara Merullo, Chiara

Miranda, Andrea Notarnicola, Alberto Ottaiano, Monica Palomby, Raffaele Parisi, Tonia Persico, Teresa Raiano,

Alessio Raiola, Eleonora Ricciardi, Piera Russo, Pasquale Saggiomo, Ilaria Toralbo, Ivan Alfio Sgroi, Stefania Spanò,

Daniele Vicorito, Emanuele Vicorito.

Un ringraziamento particolare va a tutte le persone che, consegnandoci i propri oggetti, ci hanno reso partecipi di una

parte della propria vita.