Le Fotomodelle di Mondospettacolo: Giada Imberti

Giada Imberti, benvenuta su Mondospettacolo, come stai innanzitutto?

Buongiornissimo Alex, sto bene grazie mille. Bisogna essere positivi in questo periodo soprattutto.

Come, quando e perché hai deciso di diventare una fotomodella?

Prima di essere una scelta è stata un’occasione che ho saputo cogliere. È accaduto tutto per caso: sono entrata in un bar e il fotografo di un’agenzia mi ha notata, una vera scena da film.

Foto di Sergio Rustici

Hai fatto tanti shooting, quali tra questi ricordi con maggiori emozioni?

Ogni shooting porta con sé diverse emozioni, positive e negative. Mi è capitato di lavorare, nella maggior parte dei casi, con persone capaci e rispettose; persone con cui si lavora bene e che sono diventati anche amici. Mi ricorderò sempre lo shooting che ho fatto a Barcellona: era fine ottobre e il servizio fotografico era da fare in mare. Il risultato? Foto bellissime ma un raffreddore da paura!

Foto di Denph74

Con quali aggettivi ti definiresti?

Mi definisco solare e intraprendente.

Foto di Andrea Bonera

Posi con disinvoltura, quale è il tuo segreto?

Nessuno nasce imparato quindi, personalmente, a me ha aiutato molto guardare e studiare le pose che provate negli anni vengono sempre più naturali. Giustamente ci vuole anche una bella dose di autostima e il pensiero che non solo stiamo lavorando ma ci stiamo anche divertendo.

Foto di Massimo Fassina

Sei una ragazza molto affascinante e con un grande sex appeal, ma secondo te: sensuali si nasce o si diventa?

La sensualità è soggettiva. Per qualcuno una calza a rete può essere sensuale, mentre per altri anche una risata. Essendo tutto soggettivo credo che sensuali non si nasce, né si diventa, ma che sia una scelta basata sui gusti di ognuno di noi.

Foto di Mauro Caldara

Che cosa vuoi trasmettere a chi guarda le tue foto?

Ho sempre posato in modo molto elegante senza mai risultare volgare, perché non è mia intenzione, quindi ciò che voglio trasmettere è il mio impegno nel creare un lavoro elegante ed espressivo.

Foto di Andrea Bonera

Che cosa vorresti ti regalasse il futuro?

Il futuro, signori miei, è un’incognita quindi mi sento di rispondere: tanta salute per me e i miei cari e magari un pizzico di fortuna che non guasta mai.

Foto di Denph74

Un tuo pregio e un tuo difetto.

Pregio? Penso di essere molto empatica e so mettere a proprio agio chi entra in contatto con me. Il difetto più grande che ho è la testardaggine, ma del resto da un Toro cosa ci si aspetta?

Che cos’è sacro per Giada Imberti?

Sacro è il rispetto e la giustizia. La mancanza di rispetto è l’atteggiamento che più mi indigna.

Foto di Andrea Bonera

La tua più grande paura?

Penso che sia una paura scontata ma la più pesante. Ho il terrore di perdere chi amo.

C’è qualcosa di te che cambieresti?

Potrei farti un elenco, ma preferisco dire nulla, perché non sarei chi sono oggi e mi piace chi sono.

Foto di Andrea Bonera

Amicizia, Amore, Famiglia, Lavoro Salute, Sesso e Soldi mettili in ordine di importanza!

Salute, famiglia, amore -amicizia (coesistono tranquillamente), soldi, sesso, lavoro.

Foto di Andrea Bonera

Giada Imberti, prima di chiudere: un motto o una frase che più ti rappresenta?

Voglio riportare una frase che ho tatuata: “quod tibi deerit a te ipso mutuare“ ossia “ ciò che ti mancherà prendilo da te stessa”. Nulla è regalato nella vita ragazzi, quindi lavoriamo sodo per realizzare i nostri progetti!

A.C.

https://www.instagram.com/giadaimberti/