Le Fotomodelle di Mondospettacolo: Laura Capomagi

Laura Capomagi, benvenuta su Mondospettacolo, come stai innanzitutto?

Ciao Alex, grazie! Sono felice di questa nostra intervista, mi fa davvero molto piacere!

Descriviti al nostro pubblico raccontami un po’ di te.

A dispetto dell’apparenza sono una ragazza molto più semplice di quello che si potrebbe immaginare. Mi reputo una ragazza solare, socievole e pronta a confrontarsi con gli altri, tutto questo a differenza di molte altre ragazze che spesso si sentono talmente importanti da non considerare i pensieri altrui. Uno dei miei difetti è quello di essere piuttosto diffidente, in passato ho affrontato situazioni che mi hanno portata ad essere quella che sono oggi e quindi tendo sempre a vedere oltre all’aspetto positivo anche quello negativo delle esperienze che mi si propongono.

 

Da quanto tempo posi come fotomodella?

Ho iniziato a posare come fotomodella circa tre anni fa. Partecipai ad un Workshop nel corso del quale posai per il noto fotografo Francesco Guarnieri. Da quell’esperienza capii che avrei continuato quella strada, in quanto ho sempre avuto la passione di farmi fotografare, sin da bambina.

Come è stata la tua prima volta sul set fotografico?

La mia prima volta sul set fotografico è stata un mix di emozioni! Ero un po’ agitata non lo nego, ma poi mi resi conto che negli scatti le emozioni traspariscono, quindi cercai di rilassarmi per ottenere dei buoni risultati!

 

Quali sono i motivi per cui hai deciso di posare? Ho deciso di iniziare a posare perché è l’unico modo che ho per tirarmi su di morale. in passato non sono stata bene con me stessa, non amavo il mio corpo ed ho deciso di cambiare.  Con l’impegno e molti sacrifici, sono diventata quella che sono oggi ed ora voglio premiarmi così..con la fotografia!

Hai partecipato a diversi shootings: quali di questi ricordi con più piacere?

Devo dire che ho un ricordo piacevole di ogni singolo shooting a cui ho partecipato. Tuttavia quello realizzato per l’Atelier Radiosa (@radiosa_atelier_aprilia) mi ha suscitato sicuramente più emozioni rispetto ai tradizionali shooting. Ho posato per circa 4 ore con il fotografo @francesco_gili indossando gli abiti da sposa della nuova collezione esclusiva di Radiosa e di Heloise.

 

Il mondo della fotografia è come lo immaginavi prima di farne parte?

Essendo molto diffidente, sapevo benissimo di non trovare proposte serie da chiunque mi contattasse. Con il tempo ho imparato a distinguere le vere e proprie collaborazioni da quelle poco professionali. Non avrei immaginato che questo mondo potesse fare per me, invece me ne sono innamorata ed ora non saprei più farne a meno!

Cosa riesce a farti emozionare?

Nonostante io posi in intimo o in costume, capi che sponsorizzo essendo un’influencer, molti fotografi con cui scatto mi confessano che traspare la mia dolcezza e la mia incapacità di apparire volgare. Ciò mi rende orgogliosa di me stessa perché credo che la volgarità non sia arte!

Ti definisci più bambola o più pantera?

Bambolina è il nome che mi attribuiscono la maggior parte delle persone che mi conoscono, ma anche quelle che mi vedono semplicemente in foto. Quindi senza dubbio mi definisco bambola!

Che cosa ti piace di più in un uomo?

Quello che apprezzo di più in un’uomo è la coerenza e la sincerità. Deve essere simpatico e in grado di conquistare la mia fiducia giorno dopo giorno. Mi piacciono i ragazzi che come me tengono al proprio aspetto fisico e che sono determinati a raggiungere i propri obiettivi.

Sei una ragazza molto sensuale, ma secondo te: sensuali si nasce o si diventa?

Secondo me se non si nasce sensuali con il tempo ci si può diventare, basta imparare ad amare di più se stessi e ad avere autostima. Con la mia dolcezza e delicatezza so essere sensuale a modo mio ed è proprio questo che incuriosisce la maggior parte dei ragazzi che mi vedono sui social o nella vita di tutti i giorni.

Un sogno nel cassetto che vorresti realizzare?

Vorrei entrare a far parte del mondo dello spettacolo e continuare a lavorare come influencer per brand sempre più noti!

Quali sono le tue passioni?

Nonostante sia un’appassionata  del mondo dei social, amo scrivere lettere e diari personali in cui esprimo pensieri e sentimenti.  Mi piace allenarmi in palestra, fare shopping nei centri commerciali, ma anche passeggiare e rilassarmi in ambienti naturali.

Pregi e difetti di Laura Capomagi?

Tra i miei pregi c’è sicuramente quello di essere rispettosa nei confronti di tutti. Credo infatti che i giudizi sia positivi che negativi siano una sorta di input per intraprendere una crescita a livello personale perché è proprio grazie ad essi che si migliora e si trova la determinazione giusta. Detto ciò le critiche non mi infastidiscono se costruttive. L’essere diffidente è una delle cose che spesso mi impediscono di vivere tranquillamente nuove esperienze che mi si propongono. Tuttavia penso che se non avessi dato retta a questa parte di me, molte volte mi sarei potuta trovare in situazioni spiacevoli.

Che cos’è sacro per te?

Mia madre è il pilastro della mia vita, la mia migliore amica e l’unica persona che mi sostiene in tutto ciò che faccio.  Basti pensare che è anche la mia fotografa!

La tua più grande paura?

Non ho paura di niente, affronto tutte le situazioni con coraggio e ottimismo!

C’è qualcosa di te che cambieresti?

Non cambierei nulla, perché penso che ogni lato di me stessa mi abbia insegnato qualcosa.

Cosa è  la felicità per Laura Capomagi?

Per me la felicità è avere al proprio fianco persone vere delle quali potersi fidare.

Come descriveresti la tua vita sentimentale?

Non mi sono ancora mai innamorata, ma credo nell’amore e spero presto di trovarlo!

Secondo te quali sono le qualità che una fotomodella dovrebbe avere?

Secondo me le qualità che una fotomodella dovrebbe avere sono semplicità, eleganza e raffinatezza nel posare, ma soprattutto saper esprimere le sue emozioni attraverso una semplice fotografia.

Vai  o meglio, andavi al cinema? E se la risposta è si che genere di film preferisci vedere?

Si, amo i film horror, storici e di azione.

Ultimo libro letto?

L’ultimo libro che ho letto è “Il cacciatore di aquiloni” di Khaled Hosseini. Anche se per la seconda volta, è sempre bello rileggerlo!

Il tuo preferito di Laura Capomagi ?

La pizza margherita.

Amicizia, Amore, Famiglia, Lavoro Salute, Sesso e Soldi mettili in ordine di importanza!!!

Famiglia, salute, soldi, amore, lavoro, amicizia, sesso.

Un  motto o una frase che più ti rappresenta?

Leggibile nella Bio del mio profilo Instagram: “La bellezza è nel cuore!”

A.C.

https://www.instagram.com/lauracapomagi/