A chi le suona Campanella: il sottoscritto in buona compagnia

Cari lettori di “Mondospettacolo”, questa volta, se permettete, parlo di un evento che mi riguarda: il prestigioso “Premio Personalità Europea”. Ebbene sì, tra i fortunati personaggi selezionati per l’importante riconoscimento ci sono anch’io. E debbo dire che il parterre della Sala della Protomoteca, in Campidoglio, che ha ospitato recentemente  la storica manifestazione, è stato di tutto rispetto.

Campanella riceve la Targa

Da Carla Fracci a Lina Wertmuller, da Carlo Vanzina a Pietro Valsecchi (produttore dei film di Zalone e delle migliori fiction targate Mediaset), da Gigi D’Alessio a Marisa Laurito, da Maria Grazia Cucinotta alla bravissima Anna Tatangelo, dalla cantautrice Dolcenera alla regista Cinzia Th Torrini, da  Barbara Bouchet a Corinne Clery, da Francesca Cavallin (direttamente dal “Medico in famiglia”) al dinamico organizzatore di rassegne cinematografiche Pascal Vicedomini.

Anna Tatangelo e Gigi D’Alessio 

E tantissimi altri, tutti accomunati da un curriculum che in qualche modo premia non solo l’intera carriera, ma soprattutto l’impegno per diffondere la cultura, l’arte e lo sport italiani nel resto d’Europa. Inutile dire che sono stato particolarmente onorato di essere stato prescelto dalla Commissione selezionatrice, anche se confesso che, tra tanti nomi così blasonati, mi sentivo il “miracolato” della situazione.

Maria Grazia Cucinotta

Le targhe sono state consegnate da autorevoli autorità istituzionali, sotto l’attenta regia del Dott. Giuseppe Lepore, Presidente del Centro Europeo del Turismo e lo Sport, che ha organizzato l’evento sotto l’egida di Roma Capitale.

Campanella saluta l’attore Simone Amato in presenza del presidente Lepore.

Particolare menzione va all’attore Simone Amato, già “più bello d’Italia”, ora impegnato in opere di alto valore sociale, quali la difesa di donne e bambini, spesso vittime di soprusi e di abusi proprio in quell’ambito famigliare che dovrebbe invece tutelarli.

Pierfrancesco Campanella