VERTICE 360

presenta

L’ULTIMA  VENDETTA

un film di

ROBERT LORENZ

con

LIAM NEESON     KERRY CONDON     JACK GLEESON

COLM MEANEY     CIARÁN HINDS

L’ultima vendetta è ambientato in Irlanda, negli anni Settanta. Determinato a lasciarsi alle spalle un passato oscuro, Finbar Murphy (Liam Neeson) vive tranquillamente nella remota cittadina costiera di Glencolmcille, lontano dalla violenza politica che affligge il resto del paese. Tuttavia, l’arrivo di una banda di terroristi guidata dalla spietata Doireann (Kerry Condo) sconvolge la sua quiete. Quando uno dei membri della banda abusa di una ragazzina locale, Finbar si trova di fronte a un dilemma: rivelare la sua identità segreta o proteggere la sua comunità e i suoi amici. Nella terra dei santi e dei peccatori, alcuni peccati non possono essere sepolti.

COSA DICE IL REGISTA “ROBERT LORENZ”

Crescendo nel Midwest degli Stati Uniti, ho abbracciato il cinema come mezzo per evadere dai limiti del mio piccolo mondo. Oggi, come regista, nulla mi attrae di più che immergermi in nuove storie, esplorare esperienze umane sconosciute e condividerle attraverso il cinema. Ecco perché sono stato entusiasta di scoprire “L’ultima vendetta”. Questa storia originale, ambientata in un’epoca e in un luogo particolari, con un cast di personaggi selvaggi, racconta di un irlandese che deve scegliere se mantenere segreto il suo vergognoso passato o rivelarlo per proteggere la sua comunità dai fuorilegge. Ho voluto realizzare un film autentico e realistico. Dai costumi d’epoca ai paesaggi epici delle scogliere, fino agli attori irlandesi con i loro accenti, l’obiettivo era trasportare il pubblico in questo mondo unico e offrirgli un’avventura avvincente.

LA COLONNA SONORA

La colonna sonora mescola i codici tipici del western con strumenti tradizionali irlandesi, eseguiti da un’orchestra sinfonica e un coro per evocare l’atmosfera misteriosa degli anni Settanta.

L’armonica – Il Western

Come suono principale della partitura, i compositori hanno esplorato tutte le sfaccettature dell’armonica. Ci sono melodie deliziose e memorabili, suoni grintosi che tengono con il fiato sospeso e modelli ipnotici e ritmici che si integrano organicamente con l’orchestra. A volte si sente solo il soffio nell’armonica senza note, come se un personaggio respirasse rumorosamente per tutto il film. I Baldenweg hanno collaborato con il loro padre, un virtuoso del blues con l’armonica di 77 anni.

La musica irlandese – Impostare il tono

I compositori si sono ispirati all’arpista e compositore del XVII secolo Turlough O’Carolan per il suo approccio diretto e nostalgico, e ai Chieftains per il loro sound da band e l’uso di strumenti come mandolino, chitarra, basso, bodhran e fiddle. Hanno studiato e implementato le tipiche scale irlandesi e celtiche, trovando nuove combinazioni tra melodia e armonia.

L’orchestra – Atmosfera anni Settanta

Per le immagini lente e poetiche, il film necessitava di temi grandiosi e variabili che accompagnano la storia. La musica prepara il pubblico alla resa dei conti finale. Gran parte della musica orchestrale ha un’atmosfera anni Settanta con un tocco moderno.

L’assenza di musica contemporanea ha permesso al team di creare una colonna sonora unica, che contrappone melodie belle a strutture sonore grintose e idee sorprendenti.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Plugin WordPress Cookie di Real Cookie Banner
Verified by MonsterInsights