Mamma mia! Ci risiamo: in blu-ray il secondo ABBA movie con Meryl Streep

Sono trascorsi dieci anni dall’exploit cinematografico di Mamma mia!, musical ispirato alle canzoni dei mitici ABBA, quartetto svedese che ha fatto proseliti con i suoi pezzi ancora cantati e suonati in giro per il mondo. Un film in cui avevamo una scatenata Meryl Streep nei panni di Donna, la quale gestiva un albergo sito in una fantastica isola greca, per poi prepararsi al matrimonio della figlia Sophie, interpretata da Amanda Seyfried, che nel frattempo doveva capire quale tra tre uomini (interpretati da Pierce Brosnan, Colin Firth e Stellan Skarsgård), vecchi amori di sua madre, fosse il vero padre.

Si è deciso poi di dare un seguito, raddoppiando magari la dose di allegria e sentimentalismo; quindi, uscita di scena la Streep (causa un decesso improvviso, ma il tempo per un fugace cameo se lo concede ugualmente), il medesimo cast è tornato a farsi vedere in Mamma mia! Ci risiamo, diretto da Ol Parker (Imagine me & you, nonché sceneggiatore dei due Marigold Hotel).

Allora, preso in gestione il vecchio albergo di Donna, ormai tragicamente scomparsa, Sophie si accinge a preparare una grande festa d’apertura in onore dell’amata madre, richiamando tutte le conoscenze che hanno fatto parte della sua vita, soprattutto quelle importanti.

Il tutto, mentre la ragazza rivive i ricordi giovanili di Donna (interpretata per l’occasione da Lily James), la quale, nel 1979, dopo essersi laureata, si aggira per l’Europa facendo l’incontro dei tre uomini della sua vita: Harry (Hugh Skinner), Sam (Jeremy Irvine) e Bill (Josh Dylan).

Ma l’arrivo in una Grecia bellissima e incontaminata la spinge a rimanere e creare una sua famiglia, anche con l’aiuto delle  amiche Rosie (Alexa Davies) e Tanya (Jessica Keenan Wynn), cercando di regalare tutta la felicità da lei vissuta a quella figlia che le sta per nascere.

Mamma mia! Ci risiamo è un’operazione che riutilizza la formula vincente targata ABBA (due dei componenti, Benny Andersson e Bjorn Alvaeus, sono anche produttori esecutivi, insieme all’attore Tom Hanks), proponendo di nuovo gran parte dei loro brani già presenti nel capostipite.

A ciò si aggiunge il lungo flashback con una giovane Donna resa da un’energica James, e, in più, entrano a far parte del già ricco cast Andy Garcia (è l’ispanico Fernando) e Cher (è Ruby, la nonna di Sophie), incastrati in uno spettacolo sfarzoso di colori e note musicali disco-pop.

E Dancing Queen, Thank you for the music, Super trouper, Waterloo, One of us, I have a dream, Fernando e I’ve be waiting for you sono alcuni dei brani del quartetto svedese che potrete cantare a squarciagola visionando Mamma mia! Ci risiamo in alta definizione, lanciato da Universal in un blu-ray che presenta, tra l’altro, un’edizione karaoke del film.

Corposissima, poi, è la sezione del disco riservata ai contenuti speciali, con quattro tra canzoni e scene eliminate/prolungate, due clip che mostrano l’incontro tra le nuove giovani Tanya e Rosie con quelle originali, altrettante in cui abbiamo un divertente dialogo tra i protagonisti aggiuntisi in questo sequel, un minuto di fuori scena, quarantasei con diciotto brani del film in versione karaoke, cinque di dietro le quinte, tre sul sul coinvolgimento del cast originale, due per apprendere come la James abbia affrontato il ruolo ereditato dalla Streep, tre riguardanti il personaggio interoretato dalla Seyfried, tre su Cher, quattro di sguardo al bizzarro vestiario del lungometraggio, sette incentrati sulla creazione delle scene di ballo, quattro sulla realizzazione della sequenza finale, tre relativi al concepimento del momento dello sbarco, due sull’importanza della musica degli ABBA, tre sugli attori coinvolti nel flashback ambientato negli anni Settanta e, infine, commenti audio del regista e della produttrice Judy Craymer.

Non rimane che tornare a scatenarvi con Mamma mia! Ci risiamo.

 

 

Mirko Lomuscio