MARISOL VERGANA: “IL FUOCO E’ LA MIA VITA”

12001026_1503188299993329_4790684104490430542_o

“Cos’è il fuoco? Semplice: è la mia vita. Rappresenta il mio modo d’essere, il mio carattere, il mio animo e il mio lavoro”. E, allora, non c’è da stupirsi se una passione nata qualche tempo fa si sia trasformata in una cura meticolosa del dettaglio tanto da farla diventare un’artista unica nel suo genere. Lei, Marisol Vergana, tende a dare quasi tutto per scontato. Anche la sua bravura, il suo sapersi diversificare per raggiungere l’apice. Ballerina acrobatica e mangiafuoco, showgirl e danzatrice, un misto di sport e adrenalina che l’hanno portata da Caserta a Milano, dalla stanza di allenamento al piccolo schermo passando per i più importanti locali del Nord Italia. Un’escalation che pare essere solo all’inizio…

Raccontaci qualcosa in più di te…

Sono una ragazza semplice, umana, che farebbe di tutto per gli altri, che dona anima e cuore e che non ama le competizioni. Quella ragazza che vedi sul pullman, con le cuffie alle orecchie e vive di mille sogni in testa. Quella ragazza che vedi per la strada con i maglioni larghi per nascondere le proprie insicurezze e che diventa rossa ad un semplice complimento. Quella a cui si illuminano gli occhi davanti a piccoli gesti dolci fatti col cuore. Sono una ragazza pura, che sta lontano dalla falsità e l’ipocrisia della gente.

E hai una fissazione: il fuoco…

Una volta ero “solo” una ballerina, oggi mi reputo una showgirl con un’inclinazione naturale per il mondo della danza. E siccome mi piace sperimentare, ho iniziato con musica moderna e latina, quindi mi sono specializzata nella danza acrobatica e nella danza con catena da fuoco. Mi sono migliorata in Accademia a Milano e ho potuto così unire la mia passione per la danza con il fuoco. Diciamo che il fuoco è forza e passione, due aggettivi che sono parte di me…

Marisol Vergana (1)

La passione per il fuoco quando inizia?

Fin da piccola, adoravo stare ore davanti al caminetto ad osservare le sfumature delle fiamme. Il mio sentimento verso il fuoco è di amore sincero, non ne ho timore perché col tempo ho imparato a gestirlo. Il fuoco è certamente pericoloso, ma sapendolo manipolare si può creare e godere della sua forma artistica.

Che preparazione c’è dietro ogni spettacolo?

Settimane, se non mesi, di intenso lavoro quotidiano. Mi alleno ogni giorno con gli attrezzi di fuoco, pensando e creando nuove performance, musiche e costumi. Porto i miei show ovunque: dalle discoteche alle feste, dagli eventi ai matrimoni, in Italia e all’estero.
Le tue giornate trascorrono fra allenamento e miglioramento personale…
Per migliorarmi sempre più, mi sono costruita una palestra fai da te all’interno dell’abitazione in cui vive. Ore ed ore, accompagnate dalla musica, passate a migliorarsi e perfezionare ogni dettaglio.

Marisol Vergana (1)

E i risultati non sono mancati…

In veste di ballerina ho partecipato alla trasmissione Top Dj con Dj Albertino. Anche in quel caso, musica e danza. Deve essere il destino. Ma mi piace il senso dell’esibizione sul palco, poter mostrare al pubblico giovane cosa si può costruire a livello scenografico con fuoco e catene. Poche settimana fa ho chiuso la stagione estiva in un locale di Padova, le Staffe, è stata l’ennesima sensazione meravigliosa… Il pubblico caloroso ha reso il mio show ancora più… infuocato! Vedere il volto dei bambini stupefatto dai giochi di fuoco è stata un’immagine indescrivibile, che mi rende piena di gioia.

Insomma, una mangiafuoco in carne ed ossa. Una professione che pare uscita da una fiaba…

Sputare il fuoco è un qualcosa che mi affascina, mi diverto a creare immagini e figure di ogni genere. Il mio obiettivo rimane quello di crescere artisticamente, di essere innovativa nei miei spettacoli e di portare in scena qualcosa che possa divertire me e stupire il mio pubblico.

Marisol Vergana (2)

Il cinema e la televisione, fra le altre cose, ti hanno notata…

Ho avuto la straordinaria opportunità di essere chiamata come figurante speciale nel film “Italiano medio” diretto da Maccio Capatonda. Il mio ruolo era creato in virtù delle mie capacità artistiche, e questo è stato un ottimo risultato per me. Sono stata scelta per far da figurante nello spot francese della Chateau d’Ax accanto ad una bellezza inarrivabile come Victoria Silvstedt.
Tutto questo, e sicuramente molto altro ancora, è nato grazie alla danza acrobatica. Ripartiamo da lì, da una specialità ancora poco nota in Italia
Purtroppo questo è vero, tant’è che le mie animazioni in discoteca mi hanno anche portata all’estero ma mi hanno permesso di far conoscere questo ballo anche qui in Italia dove è ancora poco noto.

MARISOL

E tu, perché hai scelto di cimentarti?

Perché amo il rischio e mi piacciono le cose spericolate. Non esisteva nulla di tutto questo in Italia che fosse associato al fuoco, non appena è arrivato… io mi ci sono buttata!

A.T.