Matteo Linux: sono un attore porno ma il mio sogno è quello di fare una commedia con Boldi e De Sica!

Matteo Linux è l’attore hard protagonista del nostro editoriale di oggi, conosciamolo insieme con questa intervista!

Matteo, benvenuto su Mondospettacolo, come stai innanzitutto?

Ciao Alex, Innanzitutto un grande saluto a te e a tutta la redazione di Mondospettacolo, come sto? Attualmente mi sento bene e in forma, nonostante oramai convivo come tutti con questa brutta situazione della pandemia.

Come, quando e perché hai deciso di diventare un pornoattore?

La mia avventura nel mondo del porno è avvenuta nel 2013, precedentemente nel 2011 mi ero appena diplomato alla seconda scuola di Roma d’arte drammatica la Fersen dove insegnava il compianto maestro Gianni Diotaiuti che è stato l’insegnante di Moana Pozzi, oltre che di grandissimi attori cinematografici come: Kim Rossi Stuart, Ornella Muti ecc. ecc. Comunque per farla breve Mario Salieri nell’anno 2013 cercava dei nuovi attori giovani e quindi quasi per gioco decisi di inviargli il mio curriculum e come per magia dopo qualche settimana ricevetti un’email di convocazione a Budapest per fare un casting per lui.

Nella foto: Matteo Linux con il regista Mario Salieri

Come è stata la tua prima volta sul set?

La mia prima volta sul set è stata molto tragicomica, nella mia prima scena dovevo fare il paziente che era sdraiato sul lettino e poi l’attrice “capite a me” (ride) doveva darsi da fare su di me, e la scena per mia fortuna andò molto bene e da lì che è cominciata tutta la mia carriera.

In molti pensano che fare il pornoattore sia una cosa facile e non impegnativa, in realtà non è così, quale è il tuo parere a tal proposito?

Io penso che fare il pornoattore non sia una cosa per tutti, perché devi avere prima un’erezione intellettuale e poi un’erezione fisica, non sono d’accordo sul fatto che alcuni nuovi attori pur di entrare nel mondo dell’hard si punturano “l’affare”, mettendo a repentaglio la propria salute, questo succede perché non sono concentrati di testa, per questo dico che il porno non è un lavoro per tutti.

Nella foto: Matteo Linux con il regista Mario Salieri

Hai recitato con diverse produzioni, quali differenze hai incontrato tra queste?

Le differenze sono tante con la produzione di John Thompson “la bukkake” li sei in gang e devi portare al termine la scena ma senza recitare, mentre quando giri con produzioni come quelle di Mario Salieri, lì la cosa diventa super impegnativa perché Mario è molto attento a ogni minimo particolare, è come stare sul set di un film vero e proprio!

Mentre con la produzione del mio più caro amico MAX Biondi, li facciamo porno parodie ispirate a cartoni animati e a film, attualmente la produzione di MAX la Napolsex production è l’unica a produrre porno parodie italiane di qualità professionali, avvalendosi dell’esperienza di un regista navigato e meticoloso come Axel Ramirez, e di un grande cameramen e fotografo con anni di esperienza anche a Mediaset come Enzo Cittadino.

Nella foto: Matteo Linux con la pornostar Veronica Belli

Ti proponessero una parte come attore in un film “non porno”, quale sarebbe la tua risposta?

Se mi proponessero un film non porno la mia risposta sarebbe immediatamente sì! D’altronde io nasco come attore teatrale, e nel 2020 ho avuto modo grazie a Francesco Malcom di prendere parte a una puntata per Comedy Central, dove ho avuto l’opportunità di testare le mie doti attoriali da attore non porno.

L’esperienza artistica che ancora non hai fatto ma che ti piacerebbe fare?

Beh, come esperienza mi piacerebbe recitare in un film comico destinato al grande schermo, a volte mi capita di fantasticare, immaginandomi al fianco di Boldi, De Sica ed Enzo Salvi quello è uno dei miei tanti sogni nel cassetto.

Nella foto: Matteo Linux con la pornostar Priscilla Salerno

Che tipo di preparazione fisica viene richiesta per avere delle eccellenti performance recitative?

La preparazione fisica che viene fatta prima di girare un film hard è sicuramente: dormire bene il giorno prima, e fare dei pasti leggeri come pollo e riso in bianco, poi tutto il resto lo fa tutto la testa, senza quella non vai da nessuna parte.

 

Ultimamente hai lavorato con la simpaticissima Sabrina Ice, come è andata? Raccontami un po’.

Beh per descrivere Sabrina Ice non bastano fogli di quaderno, ma ci vorrebbe un libro (ride), con Sabri prima di conoscerci personalmente ci seguivamo tramite i social e da lì è nata subito una splendida amicizia, e niente, lei si trovava nelle mie zone della Campania e ci siamo incontrati per fare una collaborazione insieme per Onlyfans, alla fine da un video ne è nato un film che si chiama STA SENZA PENSIER, che vi consiglio di vedere, e come prossimo progetto abbiamo in mente di farne uno sul genere poliziesco, mentre a livello umano Sabrina la reputo veramente una persona dolce e umile e soprattutto che non nutre nessuna invidia per nessun altra pornostar, Sabrina è una persona sempre allegra con cui ci si diverte davvero in tutti in sensi, ma vi do un consiglio: quando dorme esiste solo lei e il cuscino, ma prima o poi gli farò un bel gavettone d’acqua 🤣, in fondo gli voglio bene.

Nella foto: Matteo Linux con il suo manager Antonio Di Lallo

Prima di chiudere quali sono i tuoi progetti futuri?

I miei progetti futuri al momento sono di farmi conoscere nei locali e nelle fiere di tutta Italia e non solo attraverso i miei film, con il mio attuale manager il mitico Antonio Di Lallo che è ancor prima un mio grande amico.

A.C.

https://www.instagram.com/matteolinuxhardofficial/