Maurizia Cacciatori conduttrice di Racconti dal divano

racconti dal divano 1
Maurizia Cacciatori, campionessa di pallavolo e opinionista sportiva televisiva, nonché speaker motivazionale, debutta alla conduzione di Racconti dal divano, un videoformat social innovativo con uno storytelling intimo e coinvolgente.
Elemento centrale della campagna di informazione e prevenzione Anemia? Non aspettare, agisci promossa da Astellas Italia, di cui Maurizia Cacciatori, la cui carriera sportiva è stata contraddistinta dalla propensione all’azione e all’attacco, è testimonial d’eccezione.
“Nella mia carriera ho festeggiato tante vittorie, ma come tutti gli atleti ho conosciuto anche le sconfitte dichiara Maurizia Cacciatori, concorrente de L’Isola dei Famosi nel 2006 e con un’esperienza attoriale nel 2010 nel film Maschi contro femmine di Fausto Brizzi. “Lo sport insegna a non essere arrendevole o disfattista, ma a ripartire sempre, a rialzarsi quando si è a terra, ad agire e reagire. Nelle storie delle persone che convivono con l’anemia da malattia renale cronica, ho rivisto questa grande determinazione: sono molto felice di aver partecipato a questa iniziativa, che spero possa essere utile a tante persone per migliorare la propria salute.
racconti dal divano 2
I Racconti dal divano sono quelli delle storie di convivenza con la patologia, le testimonianze di chi non si è arreso e ha deciso di agire per affrontare l’anemia da malattia renale cronica. Pazienti e medico nefrologo raccontano le loro esperienze seduti, appunto, su quattro diversi divani. Gli episodi sono pubblicati online sul sito della campagna https://www.anemiadamalattiarenale.it/ e sulla pagina Facebook di ANED. Un invito a non rassegnarsi al senso di stanchezza e debolezza, ad alzarsi dal divano – reale e metaforico – e a passare all’azione, parlandone con il proprio nefrologo, per i pazienti con malattia renale; ma anche un invito rivolto ai pazienti non ancora diagnosticati, affinché non trascurino i sintomi che potrebbero favorire l’identificazione precoce e la diagnosi tempestiva della patologia.
Affaticamento, difficoltà a concentrarsi, aumento della frequenza cardiaca: sono i principali sintomi dell’anemia, una delle complicanze più frequenti della malattia renale cronica. Interessa un paziente su sette e, per i pazienti non ancora diagnosticati, rappresenta un importante campanello di allarme sulla presenza della malattia.
Una condizione che ha un forte impatto sulla qualità di vita, ma spesso non riconosciuta o sottovalutata dai pazienti con malattia renale cronica, un’emergenza di sanità pubblica globale, che colpisce 1 persona su 10 in tutto il mondo, con prevalenza e mortalità quasi raddoppiate negli ultimi 30 anni. Oltre alle conseguenze sulla vita sociale e professionale, nei pazienti con malattia renale cronica l’anemia può favorire la progressione verso esiti avversi cardiovascolari e renale, raddoppiando il rischio di morte.