Mazinga Z – Box 2 è il secondo appuntamento in alta definizione con il robot creato da Go Nagai

Torna la leggenda per eccellenza dei robot manga: Sua Maestà Mazinga Z, creato da Go Nagai nel lontano 1972 e trasmesso contemporaneamente in tv, fino al 1974. Torna in alta definizione grazie al cofanetto Mazinga Z – Box 2, edito da Koch Media, in collaborazione con Yamato Video, nella collana Anime Factory, consentendo allo spettatore di effettuare un nuovo tuffo nostalgico, in ricordo degli appuntamenti pomeridiani davanti al tubo catodico.

Un nuovo appuntamento per assistere ad altre avventure di Koji (Ryo in italiano), nipote del professor Juzo Kabuto, quest’ultimo creatore dell’immenso gigante di ferro composto da una superlega speciale, denominata appunto Z, progettato per combattere le malefatte del popolo dei Mikenes guidato dal malvagio Dottor Inferno.

Tre dischi blu-ray contenenti gli episodi che vanno dal numero 25 al 48, dispensatori di emozionanti eventi riguardanti la guerra tra le forze del bene, ovvero Ryo, Sayaka (alla guida del robot femminile Afrodite A), Shiro (fratello di Ryo), il professor Yumi (direttore dell’Istituto di Ricerca per l’Energia Fotoatomica) e Boss (amico fraterno dei combattenti), e quelle del male, comprendenti anche il Barone Ashura, vice del Dottor Inferno.

Tra i titoli che vi attendono, I fratelli Aeros (il monte Fuji è l’obiettivo di tre mostri meccanici), Un inviato oscuro…piano per rubare la superlega (una punizione del Dottor Inferno nei confronti del Barone Ashura, a causa dei fallimenti di quest’ultimo), I tre mostri volanti (tre collaboratori del professor Yumi vengono rapiti e coinvolti in un piano diabolico dei Mikenes), Battaglia nel cielo (l’arrivo del Jet Scrander, ali di supporto per Mazinga Z), Sabotaggio! (un collaboratore del Barone Ashura riesce ad entrare nell’Istituto di Ricerca per l’Energia Fotoatomica tramite un camuffamento), La fortezza volante del Conte Blocken (un nuovo alleato del Dottor Inferno viene coinvolto in un nuovo attacco contro le forze del bene), Bandiera bianca (un mostro meccanico porta con sé un segno di resa, ma ci sarà da fidarsi?), Il bambino abbandonato (un nuovo piano del Dottor Inferno prevede l’inserimento di una bomba nella piscina da cui esce Mazinga Z) e, infine, Il robot Boss (tre scienziati, assistenti del professor Yumi, vengono rapiti, ma con lo scopo di fargli costruire un nuovo molosso per conto di Boss).

Inserito in slipcase cartonato, inoltre, il cofanetto Mazinga Z – Box 2 offre il doppiaggio originale italiano insieme ad extra comprendenti le sigle di testa e di coda italiane della serie, con canzone eseguita dai Pandemonium e scritta da Dino Verde (parole) e Detto Mariano (musica).

Completa il tutto un ricco booklet a colori di venti pagine, con le sinossi di ogni singolo episodio, rari disegni preparatori originali e una galleria di illustrazioni.

 

Mirko Lomuscio