MIGRANTI: LA SLOVACCHIA MINACCIA DI USCIRE DALL’UNIONE EUROPEA!

The Prime Minister of Slovakia Robert Fico reacts during a news conference with German Chancellor Angela Merkel, unseen, after a meeting at the chancellery in Berlin, Tuesday, July 3, 2012. Slovakia’s Prime Minister says the public’s patience for further European rescue measures has ran out unless the eurozone’s  troubled nations do their homework and get their finances in order. (AP Photo/Markus Schreiber)

A fare questa affermazione è stato Robert Fico, presidente del consiglio slovacco il quale non vuole assolutamente farsi carico delle quote di migranti che i burocrati di Bruxelles vorrebbero imporre al suo paese e quindi preferisce piuttosto uscire dalla UE che vedere il suo paese invaso.
Alcune settimane fa la Slovacchia ha dichiarato di voler accettare solo immigrati di fede cristiana perché non vuole avere problemi coi musulmani, ma ore vuole andare oltre e tentare il gesto estremo per salvaguardare gli interessi dei suoi cittadini. La Slovacchia ha detto che avrebbe accolto “200 rifugiati siriani per aiutare i Paesi dell’Unione europea a far fronte a un afflusso di centinaia di migliaia di migranti, ma a condizione che siano tutti cristiani”.
“La Slovacchia è un Paese cristiano, non possiamo tollerare l’invasione di 300-400 mila islamici che vorrebbero riempirci di moschee e cambiare la natura, la cultura e i valori nazionali. – ha affermato il premier Fico.
“In Slovacchia non ci sono le moschee – ha spiegato in aggiunta un portavoce del ministero dell’Interno – e gli immigrati musulmani non si sentirebbero a casa. C’è solo una piccola minoranza musulmana presente sul nostro territorio. Per questo, vogliamo solo scegliere i profughi cristiani”.

immigrati-150621103704

Inoltre, la decisione Ue di ridistribuire “obbligatoriamente” i migranti fra i paesi europei in base a quote stabilite a tavolino da Bruxelles aveva già trovato l’opposizione netta della Slovacchia, che ha inoltrato un ricorso presso la Corte di Giustizia europea. Il premier Robert Fico nell’occasione aveva dichiarato: “Siamo in disaccordo con le quote obbligatorie e abbiamo formalizzato la nostra opinione oggi”
Nei prossimi giorni si vedrà se la definitiva minaccia di abbandonare la Ue si tramuterà in una decisione concreta, ad esempio attraverso un referendum popolare, ma di certo la politica migratoria voluta dalla Unione Europea sta iniziando a minare l’architettura stessa dell’Europa dal suo interno e non è da escludere che altri paesi possano seguire l’esempio slovacco.
Ovviamente nel nostro paese non si è quasi parlato di questa notizia. Lascio a voi lettori ogni commento!

N.W.

Fonte: IlNord