Mondospettacolo intervista lo scrittore Davide Rigoni

Davide Rigoni, nato a Fiorenzuola d’Arda nel 1977, è sposato con un figlio. Laureato in Economia Aziendale, con un Master in Marketing Management, da oltre 10 anni nel quotidiano si occupa di spedizioni internazionali come commerciale presso un’azienda multinazionale del settore.

La scrittura, in ogni sua forma narrativa, è sempre stata un hobby privato fin dall’infanzia, a volte trascurata in favore del suo altro grande amore, la pallavolo. Raggiunta l’età della presunta maturità ha infine deciso di incanalare alcune idee nella stesura di un romanzo.

Ha così esordito nel mondo letterario nel 2021, quando è stato pubblicato il suo primo romanzo, un thriller poliziesco dal titolo L’ombra dell’acchiappasogni, già finalista al premio letterario “Letteratura in giallo – Gold crime 2020”. Ben accolto e con pareri positivi unanimi, ha aperto la strada al suo secondo lavoro, La gola del diavolo, pubblicato da Cierre edizioni. Nato dall’attenzione storica che ha sempre dedicato alla tragedia del Vajont, ha realizzato una versione alternativa della storia, nel più classico stile del romanzo giallo, per catturare il lettore con un’alternativa carica di suspance.

 

 

Ecco la videointervista

Ilaria Monfardini