Mystic Wolf – è uscito l’ep Healing is a Journey

Se per caso vi prendesse voglia di provare ad immaginare come sarebbe essere un Jumper, ossia uno dei personaggi protagonisti dell’omonimo film del 2008 (che vede nel cast dei “cattivi” anche il noto Samuel L. Jackson) che riuscivano a saltare da un luogo all’altro del pianeta usando solo una fotografia di quel posto, allora questo EP di Mystic Wolf può fare al caso vostro.

Certo non è con le immagini che vi permetterà di viaggiare (col pensiero, ovviamente!) da un punto all’altro ma attraverso il ricercato sound dei suoi brani che portano il sapore di quei cibi frutto di secolari miscele d’esperienza provenienti da diverse culture.

Musica da sorseggiare, musica per sognare quella di Mystic Wolf, un artista cresciuto nelle terre solitarie del Montana, conosciuto presso la sua town come Josh Schott e poi nomade in quell’America Latina che vive di multiple interferenze culturali poiché sub continente ricco di indigena storia antica ma anche terra di conquista da parte degli europei in epoche non ancora dimenticate.

I brani presentati in questo lavoro non sono altro che l’essenza della sua stessa esistenza e raccontano di un percorso spirituale che ha portato l’autore ad uno stato che egli può definire di guarigione (Healing). L’opera parte con Atonement (Espiazione) che è il primo passo di questa esperienza trasversale che trova, nella fluidità di queste tracce, la più intensa forma di connessione fra il musicista e l’ascoltatore. Nomad invece, riguarda proprio quel momento della vita di Josh in cui è stato viandante in Sud America e precede Cycle of Healing (Ciclo di Guarigione) che si sviluppa in oltre 7 minuti di profondità sonora, costituiti da più momenti certamente rappresentativi dei diversi passaggi componenti, a loro volta, il ciclo. Alla traccia n. 4, con Somos De La Tierra (Veniamo dalla Terra), troviamo ritmi più frizzanti con interventi che ricordano i suoni delle Ande e leggere e soavi voci corali che estendono l’ampiezza di battute, altrimenti ravvicinante, creando contrasti musicali che permettono di sorvolare l’immaginario spazio disegnato dalla nostra mente stimolata dalla creatività di Mystic Wolf. Il brano si chiude con cori pressoché in solitario prima di passare all’ultima traccia, Rebirth (Rinascita), che rappresenta, in modo non troppo discutibile, la fine del percorso spirituale dell’autore. È una canzone che diffonde energia positiva in sensibile quantità e rilassa la mente rilasciando quel senso di compiutezza che permette all’autore di congedarsi con l’ascoltatore con la piacevole sensazione di un qualcosa che ha il sapore di completo o, comunque, conclusosi nel migliore dei modi.

Link streaming Spotify: https://open.spotify.com/intl-it/album/1HxGHmTyfyNEk5uPXV0bb6