Nina Monica Scalabrin: “adoro raccontarmi le parole sono le mie amiche”

Amici di Mondospettacolo, sono onorato e davvero molto felice di ospitare qui su Mondospettacolo una persona straordinaria, sto parlando di: Nina Monica Scalabrin. Nina è scrittrice, sceneggiatrice, giornalista oltre che una bellissima fotomodella, le ho chiesto di raccontarsi a ruota libera su Mondospettacolo. 

Nina, benvenuta su Mondospettacolo, come ho scritto nell’introduzione dell’articolo, raccontati sul nostro portale!

Ciao Alex, grazie per questo spazio su Mondospettacolo adoro raccontarmi le parole sono le mie amiche.

Ho scritto il mio primo libro che avevo 17 anni andavo ancora al liceo, Rizzoli mi pubblicò e fu un momento straordinario della mia vita, sognavo da quando ero piccolina di fare la scrittrice. Oggi quel libro è un testo per le scuole medie, una bella soddisfazione. Ho studiato per fare giornalismo, mi affascina molto il mondo del gossip e della moda.

Ho partecipato a molti concorsi di bellezza e ho fatto molti servizi fotografici con fotografi illustri. È stato emozionante riunire queste due arti, fotografia e letteratura, due mondi opposti ma che si attraggono moltissimo.

Il mio lavoro non è solo scrivere libri, da poco mi occupo anche di sceneggiatura. Il mio penultimo libro che è poi anche il mio libro più conosciuto nel mondo racconta una storia personale molto delicata, la storia della mia mamma, che un po’ di anni fa è stata colpita da una misteriosa malattia. Il libro si intitola Mister Parkinson e presto sarà un film.

Ho già fatto molte cose ma mi piace vivere al massimo e cercare di dare il meglio di me stessa per quello che sono riuscita a fare. La gente mi conosce e mi segue molto sui social, sono stata una social addicted una di quelle che curava il proprio profilo con ricercatezza, quindi foto e storie e contenuti letterari a gogò.

Oggi devi dire che mi sto un po’ allontanando dal virtuale, trovo più affascinante ascoltare una voce più che perdermi in una chat a scrivere, già il mio mondo di scrittrice è un mondo silenzioso, non vorrei aggiungere altro silenzio al silenzio.

Cosa voglio fare da grande si dice? Bah, oggi giorno si vive alla giornata credo che la giusta risposta sia vivere per vivere, amare il mio lavoro sicuramente, ma anche amare un po’ più stessa ma solo per amare meglio gli altri. Io sono molto introspettiva come tutte le artiste.

Non stiamo tutti attraversando un gran bel momento, questo periodo storico ha fatto un po’ a pezzi il mondo intero, io mi auguro che l’umanità sarà in grado di ricucire ciò che resta. Alla nostra generazione mi sento di dire viviamo sereni scattiamoci selfie e ridiamo tanto ma solo per cercare di esorcizzare il presente.

Mia nonna diceva “Cuor contento il ciel lo aiuta” .  Era molto saggia ho scritto molto di lei nei miei libri. Spero che il mio film sia visto da molti è un film che si occuperà anche di beneficenza a favore della ricerca, mi piace fare del bene.

Ho in programma anche una mostra fotografica che servirà per aiutare la ricerca in campo medico e scientifico, quindi credo di avere fatto una bella cosa insieme a molte modelle e amiche. Ho scritto anche un libro che racconta l’arte della pittura su di una bravissima pittrice di Lugano Ribana Szutor è stata un’esperienza inebriante, conoscevo poco il mondo dell’arte astratta e figurativa è stato un viaggio esplorativo straordinario.

Questa pittrice dipinge un universo molto femminile fatto di corpi bellissimi. Le sue personali sono quasi poesia su tela è stato travolgente spiegare i suoi lavori un’occasione meravigliosa per unire due arti diverse ma simili.

Ho un’ultima bella novità un libro in uscita dal titolo La vera storia di Zara Viel, è una storia molto contemporanea racconta la storia di una ragazza come tante e come tutti noi soffre un po’ del mal di vivere una ragazza in cerca della sua strada ma che sarà in grado di crearsi una identità molto forte l’esatto contrario di come era lei adolescente sono sicura che in molte si ritroveranno in questo personaggio.

All’interno ci sarà una storia d’amore molto emblematica fortemente erotica Cinquanta sfumature di grigio ha segnato ineluttabilmente la nostra società e bisogna stare al passo con il trend anche in campo letterario.

Spero di non avervi annoiato per me è stato un vero piacere se vi piacere seguitemi sui miei social.

A.C./ N.M.S.

https://www.instagram.com/iamninascalabrin_artist/