Noi non siamo contagiosi: tanti personaggi dello spettacolo a sostegno degli amici a quattro zampe

I nostri amici pelosetti stanno rendendo meno tristi queste lunghe ed angoscianti giornate in cui tutti sono costretti in casa e tanti sono gli slogan rilanciati su milioni di pagine fb dedicate a cani e gatti che ribadiscono quanto “non ci sia cosa migliore che coccolare e farsi coccolare” da loro e che ripetono l’innegabile verità sulla grande gioia che porta avere una creaturina a quattro zampe all’interno della propria casa.

Eppure, lo vediamo ogni giorno, la cattiveria e la stupidità umana a volte sembrano non avere limite e, a causa dell’emergenza Coronavirus nelle ultime settimane, sono cresciuti gli abbandoni di cani e gatti. Una deprecabile situazione che ha portato al lancio dell’iniziativa Noi non siamo contagiosi, la quale ripete per l’ennesima volta che gli animali domestici non contagiano e non vengono contagiati dal Covid19.

Curano questa campagna l’Organizzazione Mondiale della Sanità insieme alla Croce Rossa Italiana e all’Ordine dei medici veterinari di cui si sono fatti promotori Lino Banfi, Giancarlo Magalli ed Enzo Salvi, che già tempo fa aveva partecipato agli spettacoli teatrali dell’Associazione Azalea, attiva nella cura e nell’adozione e affido dei gatti a Roma.

“Gli allarmi diffusi sui social con notizie errate e fake news hanno creato una situazione di panico facendo registrare, recentemente, un incremento ingiustificato degli abbandoni”, hanno dichiarato i responsabili della campagna. “Ad oggi non ci sono prove scientifiche del fatto che gli animali possano contrarre il Covid-19 o essere loro stessi veicolo di trasmissione per l’uomo”.

Tra i personaggi dello spettacolo maggiormente impegnati per la salvaguardia dei pets ci sono anche Cinzia Leone, Lillo, Alda D’Eusanio, Carmen Russo e moltissimi altri che hanno lanciato degli appelli per invitare la popolazione a non credere alle bugie e a volere ancora più bene ai propri pets. Quindi, basta con l’ignoranza e con le false notizie che vanno ad ogni costo bloccate a favore di un’informazione corretta e coscienziosa.

Per fortuna anche le istituzioni nel nostro paese si sono dimostrate giustamente comprensive nei confronti degli animali e dei loro “umani”, e nel decreto “io resto a casa” è previsto che si possa uscire (nel proprio comune di residenza) per far espletare le esigenze fisiologiche degli animali domestici, sempre rispettando la distanza interpersonale di sicurezza e muniti di autocertificazione.

E’ consentito anche continuare a prendersi cura dei canili e dei gattili nutrendo gli animali e portarli dal veterinario nei casi d’emergenza. Un sospiro di sollievo per i tanti proprietari di cani e gatti che adorano le loro creature a quattro zampe e che le curano con tanto affetto. D’altronde si sa, cani e gatti sono sempre lì, pronti a stare accanto ai propri “umani” dimostrando di essere in assoluto i compagni più fedeli di tutti, rivelando amore e devozione, due sentimenti che mantengono fino alla fine della loro vita.

C’è inoltre da osservare che in questi giorni sta diventando sempre più difficile l’attività dei tanti volontari che si battono quotidianamente per recuperare cagnolini e gattini randagi che, vagando per la strada nelle città, rischiano di ammalarsi o di venire uccisi. Questo esercito di uomini e donne coraggiosi si battono per salvare la vita dei nostri pets, ma nella situazione attuale, con le difficoltà che ci sono per spostarsi da una parte all’altra della città, la loro attività è rallentata e il loro compito di pre-affido e affido di cani e gatti, anche cuccioli, è momentaneamente (quasi) sospeso.

Non è detto, però, che debba rallentare anche la solidarietà nei confronti delle associazioni di volontariato che si occupano di animali domestici, le quali possono comunque essere sostenute a distanza. In particolare, nel caso dei gatti della Capitale ci si può mettere in contatto con le tante organizzazioni che si sono fatte un nome e una solida reputazione in questi anni e trovare nei loro siti online indirizzi e codini IBAN per fare una donazione o semplicemente per regalare ai tanti micetti che aspettano una famiglia nei gattili dei buoni pasti, coperte e giocattoli.

Tra queste Azalea Associazione Zampa Amica Liberi Ecologisti Animalisti condotta dalla brava Daniela Froldi, I Gatti di Torpignattara, Arca Colonia Felina della Piramide Onlus, La Casetta dei Gatti, Oasi Felina Villa Flora, Ass.ne Animal Welfare onlus, Associazione A.S.T.A. I Gatti del Verano, MondoGatto, Associazione Diana, P.A.N.D.A. onlus e tante altre.

Prima di contattare una qualsiasi associazione, però, informatevi circa il loro lavoro e le norme igieniche messe in atto; poi, sereni, potrete farvi l’enorme regalo di un micio. Perchè ricordatelo: “una casa senza un gatto è solo un domicilio” (cit. Shirley Collings).

 

Susanna Marinelli