Partirò per Bologna, all’Estragon la terza edizione del festival dedicato a punk, rap e ska

Partirò per Bologna, titolo della celebre canzone della Banda Bassotti, torna sabato 19 ottobre all’Estragon per il terzo anno consecutivo. Più di dieci artisti tra italiani e internazionali sono pronti a salire sul palco tra rap, punk, ska, folk, hardcore e molto altro ancora.

L’evento che inizierà dal pomeriggio prevede il DJ set del giapponese Satoru Fujii AKA Satol F. membro del collettivo Caribbean Dandy. In scaletta una selezione di cumbia, patchanka, drum’n’bass e boogaloo.

A seguire il live di Brat, nome d’arte del milanese Federico Bratovich. Il suo set basto su voce, chitarre e synth, prevede un mix di musica psichedelica Anni ’70, forma canzone e atmosfere Anni ’80.

Gli Arpioni sono un collettivo musicale composto di più di dieci elementi, nato nel 1990 a Bergamo. Nel corso della loro carriera hanno reinterpretato di alcuni classici italiani degli Anni ’60 tra cui spicca “Operazione Sole“, il primo brano ska italiano lanciato nel 1966 da Peppino di Capri.

I Ramiccia vengono da Viterbo e iniziano la loro carriera nel 1984. Otto elementi che propongono quello che loro chiamano “bifolk sound system” ovvero un mix di mambo, cha cha cha, provando il rock’n’roll, il rithm’n blues, fino ad arrivare allo ska e al reggae strizzando l’occhio al punk.

Tonino Carotone, pseudonimo di Antonio de la Cuesta è un cantante spagnolo molto noto anche in Italia soprattutto per il singolo “Me cago en el amor” del 1999. La sua musica dal chiaro gusto latino, attinge anche ai cantautori italiani come Fred Buscaglione e Renato Carosone.

Il Muro del Canto è una formazione folk della Capitale che propone canzoni originali ispirare alla tradizione romanesca. I loro concerti superano la dimensione musicale per portare lo spettatore in quella narrativa in cui musica e testo si fondono in uno spettacolo unico nel suo genere.

L’Hip-Hop militante degli Assalti Frontali, rap come poesia della strada tra politica, impegno sociale e lotta di classe. Militant A, Pol G e Bonnot porteranno una selezione dei loro brani storici, ma, anche le tracce del loro ultimo cd “Mille gruppi avanzano“.

The Bluebeaters è uno storico collettivo ska composto di sette elementi. La loro musica si muove tra blue beat, ska, reggae e rock steady senza tralasciare aperture al pop. Tra vari cambi di formazione ha pubblicato anche numerose hit come “Wonderful Life“, “Che cosa c’è” con Gino Paoli o “Messico e nuvole“.

I Nabat band oi! skinhead sono nati a Bologna nel 1979, devono il loro nome alla federazione anarchica ucraina “Campane a stormo” (in russo, “nabat”). Il loro ultimo album “Banda Randagia” del 2018 contiene undici inediti che proporranno durante la serata assieme al meglio della loro discografia.

I Reincidentes sono una formazione spagnola tra punk e rock fondata a Siviglia nel 1987. Nei testi delle canzoni della band emerge una forte critica contro la società attuale e, in particolare, verso fascismo, militarismo e sessismo.

Gran finale per i paladini del combat ska punk oi!, ovvero la storica Banda Bassotti. Dal 1987 marchio di fabbrica per le loro canzoni generalmente antifasciste e politicamente impegnate. Otto elementi con fiati, sezione ritmica e chitarre porteranno sul palco il meglio della loro trentennale carriera. Durante l’esibizione è previsto un momento solenne per ricordare Angelo “Sigaro” Conti, membro fondatore della band, scomparso prematuramente lo scorso anno. Proprio sul palco della precedente edizione di Partirò per Bologna si era esibito per l’ultima volta.

Durante la serata verrà presentato ufficialmente il libro in memoria di Angelo “Sigaro” Conti, co-fondatore e figura storica della Banda Bassotti, curato da Filippo Andreani. Al libro – che uscirà per RedStar/Hellnation – hanno contribuito oltre cento persone tra familiari, colleghi ed amici di “Sigaro”, ciascuno attraverso un ricordo personale. Il libro sarà in vendita durante il concerto. Il ricavato andrà a finanziare iniziative in memoria dell’artista romano.

 

Sabato 19 ottobre

Dalle 16.30 fino alle 23.45

Estragon Club

Via Stalingrado, 83 – Bologna

Ingresso Euro 18

Infoline 051323490