Peterloo: i mali della democrazia secondo Mike Leigh

La vera Democrazia è il risultato di un percorso difficile a cui molti popoli e governi aspirano. Il noto cineasta Mike Leigh (Segreti e bugie, Il segreto di Vera Drake) riflette sulla politica e sulla storia del suo Paese, l’inghilterra, nel film in costume Peterloo.

Applaudito al Festival di Venezia 2018, il film racconta una drammatica pagina di storia inglese. Petersfield è una piazza di Manchester in cui il 16 agosto 1819 circa sessantamila persone si radunarono pacificamente per chiedere l’estensione del diritto di voto e una maggiore apertura democratica delle istituzioni. La manifestazione trainata dal famoso oratore radicale Henry Hunt (Rory Kinnear) avrà un tragica conclusione: i potenti e cinici magistrati daranno il via libera ad un vero e proprio massacro.

Con maestria registica Leigh racconta una storia vera attraverso i volti e le voci di diversi personaggi, dai più ricchi ai più poveri. Alla bellissima fotografia e all’attenta ricostruzione storica si affianca una tensione che, fin dalle prime battute, avvolge lo spettatore in un crescendo rossiniano per giungere poi all’atto finale, senza alcuna ridondanza o lirismo.

Vera protagonista del lungometraggio è la democrazia, di cui si esaltano i principi fondamentali ma se ne criticano i mezzi e i protagonisti, che, ieri come oggi, fingono di difenderla.

Si tratta di un film del passato che guarda al presente con continui rimandi; molte, infatti, sono le frasi recitate che rievocano l’oggi.

Come ha dichiarato lo stesso regista in occasione della presentazione del film alla stampa romana: “Peterloo è un film corale, senza protagonisti né eroi, basato sull’importanza e la centralità della parola. Da subito ho deciso che non volevo scendere a compromessi per quanto riguarda i discorsi: quella di Peterloo è una storia sulle idee, sulla contestazione, sulla comunicazione.”

Ha poi aggiunto: “Il nostro obiettivo era mettere lo spettatore in condizione di riflettere su quello che comporta la democrazia, su che cosa è e su cosa ciascuno di noi può fare per preservarla”.

Peterloo è un film perfetto sia dal punto di vista registico che stilistico. Parafrasando Montesquieu, “La tirannia di un principe in un’oligarchia non è pericolosa per il bene pubblico quanto l’apatia del cittadino in una democrazia.” Il monito di Mike Leigh travalica drammaticamente i confini britannici.

 

 

Anastasia Mazzia