Pia Tuccitto: il rock non è morto

Il rock non è morto e con lui non sono morti i rocker. E in questo caso il nastro è decisamente rosa. Il piacere di ritrovare un’artista che celebra con un nuovo disco una carriera davvero ricca. Si intitola “Romantica io” il nuovo disco di inediti di Pia Tuccitto, opera che vuol sottolineare essere libera finalmente da ogni vincolo discografico. Ed è “La rocker” a mettersi in bella mostra facendo sfoggio di personalità in questo disegno della Tuccitto che arricchisce la grafica del lavoro. La bellezza oggi diventa un tema importante da spulciare tra le pieghe di un rock che a quanto pare vive di grandissima salute. Dietro le quinte di un disco fatto di nuove scritture rock, romantiche, di sensibilità femminili, troviamo anche il ritorno alle origini, il riappropriarsi di un successo come “E…” che è stato per anni sulla bocca di Vasco Rossi. Ma non era sua quella canzone. E lo sapevamo fin dall’inizio…

Noi parliamo spesso di bellezza: per te cos’è la bellezza? Cosa significa e che peso ha nel tutto di un’opera d’arte?
La bellezza è tutto quello che ha un’anima…se una cosa è bella mi rapisce e mi porta dentro la sua storia…può essere un quadro, una canzone, una fotografia o anche solo uno sguardo…questa è la linfa che mi fa scrivere canzoni.

Nelle tue canzoni nello specifico, quanto sei condizionata dal gusto popolare, dal gusto degli altri?
È difficile condizionarmi, in generale mi piace sempre andare controcorrente.

In questo disco la bellezza passa anche dai disegni de La Rocker. Questa figura allegorica in qualche modo ti rappresenta? Sei tu o un tuo alter ego?
Il personaggio che vedi è La Rocker, (soprannome dato dal mio amico Nicolalospericolato), si sono io, e la testa blu sono solo il colore dei miei occhi Mentre dipingevo sentivo che mi somigliava e così ho pensato di rappresentare tutte le 11 canzoni.

Parliamo della bellezza del rock. Secondo te cosa significa “rock”? Oggi soprattutto che tutto un po’ si mescola…
Il mio modo di pensare è quello di una bambina, la semplicità e l’essere diretti senza filtri. Rock significa questo.

A chiudere voglio lasciarti con una mia impressione. Dimmi che ne pensi. Ho l’impressione che “Romantica io”, finalmente ti somigli come poche altre cose in passato…
Romantica io l’ho curato in tutti i particolari dagli arrangiamenti alla grafica (fatta insieme ad Elena Balboni) praticamente è Pia Tuccitto. Mi sono avvalsa della produzione di 2 grandi quali Frank Nemola (produttore dei miei 2 dischi precedenti “Un segreto che” e “Urlo”) e Luca Bignardi (produttore dei miei singoli dal 2011), è internazionale, infatti una parte è stata registrata tra Shanghai e Bologna … sono felice che tu te ne sia accorto.