Piuma :il pittore dei corpi dal 22 Gennaio a Collegno

Fabrizio Piuma a Collegno dal 22 gennaio 2022  nella sala delle Arti ci narra coi suoi dipinti un percorso in  equilibrio tra corpi scultorei e icone contemporanee.

Dive e Gladiatori si scontrano   visivamente ;Sophia Loren contro John Lennon. Il mito classico e la quotidianità si intrecciano. I colori a tratti psichedelici invadono la sala e la sacralizzano attraverso  la bellezza delle proporzioni corporee.

 

L’ ex manicomio di Collegno celebra la primigenia e arcaica bellezza del nudo. Una rivoluzione pop  e un inno alla vita in una sola mostra come risposta a   questo lugubre periodo. Il nudo  è virato in colori fortissimi che sfuggono alla realtà,  questo avviene in tutta la pittura di Piuma.

Ancora il nudo diviene anche  fumetto coloratissimo nella mostra, quasi un segnale stradale che indica la strada della passione e della perdizione estetica. La favola erotica con Piuma può divenire una acida visione pop attraverso il colore irreale e contrastato. Nella stessa sala in passato hanno esposto Chagall, Guttuso e Caretta.

Fabrizio il corpo nudo è un super-tema nelle tuo opere come mai?

Bella domanda ..da esteta contemplo la fisicità di un corpo.Le emozioni di una linea sinuosa o di un viso dal tratto più duro.

Ti piacciono più i visi o più i corpi?

Mi piacciono di più i visi ma per me è più facile disegnare i corpi .Nella vita sono più colpito da un viso particolare piuttosto che bello.

La bellezza quando diviene mistero?

Con un gioco di luce e ombre . Il mistero è spesso l’inaccessibilità di una persona.

Dipingi Icone tragiche come miti eterni ,  tipo Lennon e  la Whinehouse, perchè?

La tragedia entra sempre nell’arte . Ogni personaggio ha una parte di tragedia .Se racconti un personaggio racconti anche la sua tragedia.Tutti hanno una tragedia, è la vita.

Oggi per gli uomini famosi e no esiste il burka della barba è il rituale macho dei tatuaggi come seconda pelle.Per te son ormai una estetica stabile o in evoluzione?

A me piacerebbe stabile perchè mi piacciono.Ma è una moda  dunque tutto viene e tutto passa come i modelli efebici nei novanta.

Un quadro che ti emoziona ?

L’ultimo che creo,  anzi che mi riesce(ride).

Donne che si ritoccano e marcano trucco da sembrare delle transessuali e uomini depilatissimi e curati all’estremo, oggi l’erotismo pare passare dall’estrema cura per se stessi.Cosa ne pensi?

Purtroppo è vero, ed è quello che impone la società.Oggi se non si è splendidi e meravigliosi per alcuni non vali nulla.Oggi tutti vogliono essere influencer  senza avere nè arte nè parte.