Premio Alberoandronico: l’Edizione Numero XVI vi aspetta

Scrittura, poesia, fotografia, regia, arte e cultura in generale: in qualsiasi ambito sia il vostro talento, è arrivato il momento di mettersi in gioco. C’è tempo fino al 30 Giugno 2022 per mandare le proprie opere al Premio Alberoandronico.

Basta andare sul sito www.alberoandronico.net e scaricare il bando per avere tutte le informazioni di cui c’è bisogno e la strada per dimostrare la propria creatività è aperta. Perché non ci sono limitazioni di nessun tipo per partecipare al prestigioso Premio che, partito dal quartiere Monte Mario di Roma, ha velocemente raggiunto il mondo intero guadagnandosi ammirazione e popolarità. Si può prendere parte al concorso indipendentemente dalla propria età, sesso, nazionalità, sicuri di trovarsi di fronte ad un’organizzazione scrupolosa e trasparente.

A valutare le opere, come ogni anno, ci sarà una giuria di altissimo profilo composta da professionisti top di vari settori, tra giornalisti, attori, poeti, scrittori, pittori, docenti. Punto di forza dell’Associazione Alberoandronico, che ha sede a Roma in Via Teresa Gnoli, 42-44, (che spesso organizza anche eventi culturali, passeggiate e visite sul territorio…), l’omonimo Premio rinnova in ogni edizione le sue qualità principali e l’entusiasmo che scatena in tutti quelli che partecipano, che risultino vincitori o meno nelle proprie categorie.

La fama del Premio Alberoandronico al di là dei confini nazionali si evince poi dal numero sempre crescente di partecipanti provenienti da terre lontane. Basti pensare che nel tempo hanno concorso opere provenienti da Argentina, Albania, Australia, Austria, Bangladesh, Bosnia, Brasile, Bulgaria, Cile, Cina, Croazia, Cuba, Egitto, Etiopia, Francia, Germania, Grecia, Iran, Perù, Portogallo, Repubblica del Congo, Repubblica di San Marino, Nepal, Romania, Russia, Spagna, Svezia, Svizzera, Senegal, Stati Uniti, Sudan, Svizzera, Turchia, Ungheria, Venezuela, Ucraina e USA.

Da notare che Alberoandronico non si è fermato neppure durante la pandemia. In quel caso, infatti, la premiazione, che si tiene tradizionalmente nella splendida e solenne atmosfera della Sala Protomoteca in Campidoglio, è stata seguitissima in streaming essendo limitata la capienza di questo spazio meraviglioso nel cuore di Roma.

Soddisfatto e orgoglioso dell’ultradecennale percorso del Premio nazionale Alberoandronico è il Presidente Pino Acquafredda, che rileva come il concorso costituisca una vera e propria palestra per talenti di ogni età che possono partecipare con fotografie, poesie, racconti, libri, dialetto, video, cortometraggi e pittura. L’invito a partecipare alla sedicesima edizione del Premio Alberoandronico è quindi rivolto a tutti “dalle Alpi alle Piramidi, dal Manzanarre al Reno…”: un bel giro del mondo per la cultura italiana!

 

Susanna Marinelli