RKM – Roma Kaputt Mundi al RIFF Awards

“Roma città aperta”, “Roma città eterna”, “Roma, caput mundi”… Vale ancora oggi?
Qual è la realtà attuale e come la vivono i suoi abitanti?
Emerge un universo di risposte, tessere di un puzzle che rimarrà sempre incompleto.

Ambientato interamente nella città di Roma, il documentario RKM – Roma Kaputt Mundi di Francesca Picozza e Andrea Santoro vuole lanciare una riflessione più approfondita sulle condizioni attuali della città, puntando i riflettori su zone e realtà socioculturali che vivono solitamente nella penombra e che, all’occhio degli autori, sono le più adatte a raccontare la città di oggi (come i Pittori Anonimi del Trullo o il movimento artistico DOM L’uomo che cammina).

A fare da contrappunto, la visione di personalità artistiche di chiara fama, attive nel panorama culturale romano, nazionale e internazionale, che in un modo o nell’altro sono cittadini della capitale.

Ne deriva un intreccio di testimonianze, pensieri, interpretazioni e reinterpretazioni della metropoli da parte di chi la vive, ognuno dalla propria angolazione, ognuno secondo il proprio sonante bagaglio, siano essi personaggi noti – Gian Luigi Rondi, Lina Wertmüller, Massimiliano Bruno, Ascanio Celestini, Alessandro Mannarino – o gente comune.
Minimo comun denominatore che lega tutti gli intervistati, il senso di appartenenza.

RKM – Roma Kaputt Mundi scatta un’istantanea della Roma di oggi, puntando l’obiettivo soprattutto su realtà da poco note, che mirano ad attuare la loro piccola grande rivoluzione estetica ed etica.
Il documentario vuole essere una finestra aperta, attraverso la quale guardare la capitale senza la pretesa di darle un’identità, senza volerle riconoscere pregi o difetti, impresa impossibile, perché Roma… è Roma!

In concorso alla diciassettesima edizione del RIFF Awards, Roma Independent Film Festival, viene proiettato il 19 Novembre 2018, alle ore 20.00, presso il Nuovo Cinema Aquila di Roma.