Salvatore Gisonna da Made in Sud al Teatro con lo spettacolo: “Tutto in uno show? Ci può stare!”

Sotto i riflettori di MONDOSPETTACOLO arriva lui… prorompente come uno tsunami, travolgente per allegria ed ironia: Salvatore Gisonna si racconta per noi. Bravissimo attore, cabarettista napoletano il quale si è sempre contraddistinto fin dai suoi primi esordi per la grande capacità di coinvolgimento ed eccezionale professionalità, ed oggi ha deciso di parlarci del suo bellissimo spettacolo teatrale e tanto altro.

IMG-20160902-WA0000

Lei è in Teatro con TUTTO IN UNO SHOW? CI PUO’ STARE!, che la porterà in giro ad esibirsi in sit-com e personaggi che l’anno resa famosa. Come nasce l’idea di questo spettacolo?

Io sono sulla scena da ben 18 anni, visto che sono diventato oramai maggiorenne era il caso di mettere in scena il mio percorso artistico, affidando così alla Made in Eventi, Agenzia di Spettacolo & Management, la Produzione dello spettacolo Teatrale “TUTTO IN UNO SHOW? CI PUO’ STARE!”

Uno spettacolo dove c’è la risata grassa e la risata amara, c’è la poesia, la canzone, un corpo di ballo e poi ci sono io con i personaggi che ho interpretato in MADE IN SUD. Lo spettacolo, in sintonia con la Produzione, viene concepito come un viaggio in una città ideale dove c’è un attore, uno stewart  che dalla città ci introduce in questi quartieri dove io ipoteticamente sono il capitano, dove per ogni quartiere faccio il mio monologo e un mio personaggio. I quartieri che andremo a visitare sono quelli dell’economia, dei valori, della famiglia e del futuro, dove ci porteranno in questa città  idealizzata che poi alla fine dello spettacolo svelerò qual’è.

Molto coinvolgente?

Due ore di grande spettacolo e tutto questo lo si denota soprattutto dai complimenti che riceviamo, questo vuol dire che lo show funziona è divertente e si cerca anche di far riflettere.

Lei porterà appunto dei personaggi tratti anche dalla fortunata trasmissione MADE IN SUD, come : Tonino lo scatenato concorrente dei quiz, il postino di C’E’ POSTA PER TE e Sasino il calciatore. Passare da un personaggio all’altro non è facile, ma Lei riesce sempre con molta bravura. Come fa? Come riesce a sdoppiarsi con tanta disinvoltura?

Il segreto è far rivedere la gente nelle cose che la circondano. Il postino di C’E’ POSTA PER TE è nato per caso, guardando il programma della De Filippi ho pensato allora ad un postino che invece di portare gli inviti di Maria, portasse brutte notizie, come le cartelle di Equitalia, le bollette, le multe. Così mi sono detto: “voglio provare”, ed ho visto che suscitava molta rarità, era molto divertente e così poi alla fine l’ho portato in tv. Tonino invece è il prototipo del cittadino di oggi che spera in preda alla crisi di svoltare con il superenalotto, con il gratta e vinci, con i  quiz televisivi. Sasino è invece il calciatore moderno che spende i soldi, pensa alle donne, si diverte ed il giocare a pallone  è il suo ultimo pensiero. Poi c’è Cupido, che ha fatto innamorare i vip e ne raccontava di tutti i colori.

12

 

Lei fa un mestiere meraviglioso, perché porta la risata tra le persone, soprattutto in un momento delicato come stiamo vivendo ora, circondati da paura e terrore. Si ha veramente bisogno di ridere, quindi il suo compito è estremamente delicato. Come riesce e come si sente dopo aver regalato al suo pubblico momenti di svago e allegria?

Io finisco sempre il mio spettacolo ringraziando il pubblico, io faccio il lavoro più bello del mondo perché oggi riuscire a conciliare una passione e farla diventare un lavoro, fonte di guadagno, non è facile, io mi ritengo fortunato perché sono di quelli che riesce a fare un lavoro che gli piace a Napoli si dice: “non ho la classica mazzata in fronte,  quando mi alzo la mattina e devo andare a lavorare”. Sempre con il sorriso sulle labbra e ti posso assicurare che il primo che si diverte sono io.

Si vede, altrimenti non comunicherebbe tutta questa passione. Giusto?

Questo lavoro è molto morale, dove se tu non ti diverti  non sei a tuo agio con te stesso non puoi trasmettere, il pubblico ti perdona un passo falso ma se capisce che lo vuoi prendere in giro non ti perdona.

small_1359070943

In questo spettacolo teatrale ci saranno altri personaggi nuovi che lei interpreterà?

No, al momento in questo spettacolo teatrale io porto in giro i personaggi che vedete in TV , poi sto lavorando su altri personaggi di cui ci sono dei progetti e speriamo di poter portare in televisione, nel mondo dello spettacolo si è scaramantici, poi io sono napoletano, ancora di più. Siamo work in progress.

Le tappe del suo tour dove la porteranno?

Abbiamo fatto varie date, ora stiamo definendo il tour invernale, perché i cartelloni teatrali sono in via di definizione, dovendo però fare i conti anche con la crisi economica. Nel frattempo, la Produzione sta lavorando al fine di “chiudere” più date possibili non solo in Campania ma anche in altre regioni Italiane, per le quali vi sono trattative in corso.

Chi è Salvatore Gisonna quando non veste i panni dei suoi personaggi?

Salvatore Gisonna è sicuramente un bravo ragazzo, allegro, papà di due splendidi bambini, sposato da 11 anni. E’ una persona solare che però sa anche essere seria al momento giusto e poi è tifosissimo del Napoli.

gisonna_salvatore

Il suo mestiere l’ha portata ad interpretare personaggi sempre comici, le è mai capitato invece d’interpretare ruoli anche drammatici?

Ruoli drammatici proprio no, seriosi si. Io tra l’altro amo anche scrivere delle poesie, ho scritto una poesia molto bella dedicata a Massimo Troisi che per me è stato un’icona dei miei tempi, dove chiudevo il mio spettacolo. Ora concludo lo Spettacolo sempre con una poesia ma di altra indole, ispirata alle radici che ognuno di noi, secondo me, deve sempre rispettare.

Progetti futuri?

Far conoscere lo spettacolo teatrale TUTTO IN UNO SHOW? CI PUO’ STARE! a più gente possibile e poi c’è un bel progetto per il futuro che speriamo, mi sottolinea l’artista, te ne accorgerai da sola, non c’è bisogno che te lo dica io.

Il suo sogno qual’è?

Il mio sogno nel cassetto è quello di continuare a fare il lavoro più bello del mondo.

small_1359071000

Spontaneità, allegria, bravura e professionalità sono racchiuse in due semplici parole: Salvatore Gisonna, grande persona dove l’umiltà di un vero artista si percepisce nelle sue parole, semplici ma dirette, che vive per il pubblico che dopo ogni spettacolo ringrazia doverosamente. Portare un sorriso, una risata tra la gente sembra facile ma credo che sia un mestiere difficile dove solo un vero artista è capace di donare veramente e Salvatore Gisonna sa di avere dentro di se un bellissimo dono che pochi hanno… l’arte di saper far ridere in un mondo dove la gente ha perso completamente il sorriso.

Loredana Berardi