Selene Bonini: “Dal futuro mi aspetto il meglio”

Amici di Mondospettacolo, oggi intervisterò per voi la fotomodella e make up artist Selene Bonini.

Foto di: Giovanni Feudatari Staboli

Selene, benvenuta su Mondospettacolo, come stai innanzitutto?

Grazie mille per l’interesse, sto bene, grazie!

La prima domanda che voglio farti è la seguente: come, quando e perché hai deciso di diventare una fotomodella?

Ad esser sincera, essere una fotomodella non è mai stato il mio sogno o meglio, da piccola è facile lasciarsi ammaliare dal mondo della bellezza e dello spettacolo ma, preso atto della mia esigua statura e fisicità, ho abbandonato subito l’idea di provare, non amando particolarmente stare davanti ad un obiettivo. Ho quindi iniziato a costruire la mia carriera da truccatrice, studiando prima in Italia e poi all’estero e lavorando sia in negozio che come freelance. Circa un anno e mezzo fa poi, sono stata contattata da alcuni fotografi della mia zona (uno dei quali è diventato il mio attuale partner nella vita) per cui iniziato a posare esclusivamente come passatempo e divertimento personale. Da quel momento, i contatti e gli ingaggi si sono susseguiti, facendo crescere in me la passione per questo mondo e la curiosità di scoprire dove mi avrebbe potuta portare. Tutt’oggi non mi considero una modella, lascio che siano gli altri a dimostrarmi di vedermi come tale, credendo nelle mie capacità ed aiutandomi a crescere e migliorare.

Foto di: Marco Marangoni

Posi molto bene, sei molto bella ed espressiva, che emozioni vorresti trasmettere a chi guarda le tue foto?

Grazie mille! Per quanto mi riguarda, l’arte è tale solo se in grado di far provare qualcosa a chi la osserva. Quando poso, immagino sempre di interpretare un ruolo, di calarmi nella parte di un personaggio ma aggiungendo un tocco della mia personalità per riuscire a veicolare al meglio emozioni e sensazioni. Non ci sono emozioni particolari che vorrei trasmettere: vorrei solo che ogni singola foto grazie a posa, sguardo, trucco e mood, fosse in grado di parlare al posto dell’artista che l’ha ideata; magari, in persone diverse, verranno a generarsi stati d’animo diversi. È questo il bello dell’arte!

Foto di: Marco Marangoni

Sei una donna molto sensuale, ma secondo te: sensuali si nasce o si diventa?

A parer mio la sensualità, così come la grazia, è innata: non la reputo un pregio, semplicemente una caratteristica, un’attitudine che si può avere naturalmente o provare ad acquisire con il tempo e i giusti mezzi.

Sei anche una Charliez Angelz, perché hai fatto la scelta di diventare una Angel?

Onestamente, l’essere entrata a far parte delle Charliez Angelz è stato frutto di una scommessa. Volevo mettermi alla prova, quindi mi sono candidata ed è andata bene! Sono soddisfatta della mia scelta e curiosa di scoprire quali sviluppi avrà in futuro.

Foto di: Giovanni Feudatari Staboli

 

Un tuo pregio e un tuo difetto.

Un mio pregio credo sia la riflessività: raramente prendo decisioni impulsivamente. Preferisco sempre valutare i pro e i contro di ogni cosa. Un difetto? Non avere abbastanza fiducia in me stessa e nel mio potenziale anche se, i recenti obiettivi e successi raggiunti mi stanno facendo ricredere.

Foto di: Giovanni Feudatari Staboli

C’è qualcosa di te che cambieresti?

Come accennavo prima, se dovessi cambiare qualcosa di me stessa, lavorerei su autostima e consapevolezza delle mie potenzialità piuttosto che sulla coscienza dei miei limiti. Magari mi darei un po’ d’ottimismo in più, che non guasta mai!

Foto di: Giovanni Feudatari Staboli

Il mondo della fotografia è purtroppo un mondo difficile, pieno di competizioni, cosa pensi a riguardo?

Purtroppo, mi sto rendendo sempre più conto che il mondo della fotografia sia pregno di invidia e competizione poco sana. Personalmente, la vivo in modo sereno: chi merita, sarà ricompensato in un modo o nell’altro! La fotografia per me non è altro che una passione parallela a quella del make up e sicuramente punto in primo luogo a costruirmi una carriera di successo come truccatrice.

Foto di: Giovanni Feudatari Staboli

Hai partecipato a progetti fotografici molto belli ed importanti, quale tra questi ti ha regalato maggiori emozioni?

Il mio progetto preferito fino ad ora è stato quello che ho ideato personalmente insieme al mio ragazzo e fotografo in questione. Si tratta di una serie di foto ambientate in un manicomio abbandonato attraverso cui, associando riflessioni alle varie immagini, ho voluto dire la mia circa certo argomenti e provato a mettere in questione i concetti di normalità e follia.

Foto di: Giovanni Feudatari Staboli

Che cosa ti aspetti dal futuro?

Dal futuro mi aspetto il meglio!

Foto di: Giovanni Feudatari Staboli

Amicizia, Amore, Famiglia, Lavoro Salute, Sesso e Soldi mettili in ordine di importanza!

Salute e famiglia sono sempre al primo posto insieme ad amicizia e amore. Sarebbe stupido stilare una vera e propria classifica in quanto si tratta di valori ugualmente importanti per una vita soddisfacente; inutile prendersi in giro, anche lavoro, sesso e soldi contribuiscono, lavoro soprattutto.

Foto di: Giovanni Feudatari Staboli

Prima di chiudere: un motto o una frase che più ti rappresenta?

Una frase che mi rappresenta? “S’ei piace, Ei lice” ossia se una cosa ti rende felice, allora è lecita. Secondo me, un po’ di egoismo, quello sano, non può che far bene.

A.C.

https://www.instagram.com/selene__b/

La foto di copertina è di: Giovanni Feudatari Staboli