Sepulchrum 2016

sepulchrum-06


Cari amici di Mondospettacolo, da qualche tempo faccio parte dell’associazione teatrale Zombie Inside di Bologna, organizzatori della più grande Zombie Walk d’Italia. Tramite l’amica Jana, Presidente dell’Associazione Zombie Inside, sono stato coinvolto in un bellissimo evento mediatico organizzato da Roberto Gatti, per riportare sotto la luce dei riflettori San Felice sul Panaro, devastato dal terremoto del 2012, affinché non scivoli nel dimenticatoio.

Il paese è stato invaso da zombie e vampiri a rappresentare il simbolismo della morte. Grazie ad una sapiente e garbata regia sono state messe in opera, per i tanti spettatori e fotografi intervenuti, scene svoltesi nella piazza creata ad hoc di fronte al castello, in cui prima giungono le tenebre e dopo che un corteo ha attraversato il paese, giunge il momento liberatorio, la catarsi in cui anche il dolore è vinto, gli attori si lavano il viso e tornano umani, la paura è stata sconfitta e si rinasce nella vita.
Ho intervistato per voi Roberto Gatti, ideatore dell’evento.

sepulchrum-01

Ciao Roberto, grazie per avermi concesso questa intervista. Come nasce l’idea di realizzare Sepulchrum?

Due anni fa sono andato a Bologna alla zombie Walk e la manifestazione mi e’ piaciuta tantissimo, dopo aver visto le foto che ho scattato mi e’ venuto mi mente di organizzare qualcosa del genere anche a San Felice sul Panaro ( tendo a precisare che a San Felce per 17 anni abbiamo organizzato una grandissima manifestazione che si chiamava FOTOINCONTRI, una vera fiera della fotografia dove sono stati presenti i più’ grandi nomi della fotografia come Fontana Roiter Gardin Scianna Toscani e tantissimi altri con mostre, work shops, incontri e proiezioni e altro…poi un’altra famosissima manifestazione denominata “ MAGICO “ diretta dal regista/fotografo Mario Lasalandra dove più’ di 100 figuranti dal viso pitturato di bianco portarono per il paese quel tocco di surrealismo Felliniano ) quando ho chiesto a Jana Daniela la curatrice e regina della Zombie Walk lei mi ha detto subito di si anche perché’ l’idea oltre alla manifestazione che sarebbe stata di carattere fotografico doveva di nuovo dare visibilità’ ad un paese che ormai da quattro anni dal terremoto del 2012 nessuno sa che quasi niente e’ cambiato…. gli zombi sono morti che tornano a vivere e questo e’ il messaggio che volevamo dare.

sepulchrum-02

Un’organizzazione impeccabile, come raramente si vede. Quanto impegno e quante persone hanno collaborato per la preparazione dell’evento e per la fase di smontaggio?

Tutta la manifestazione e’ stata organizzata da quattro gruppi Zombie Inside che ha curato la parte dei figuranti e del trucco il gruppo EFFEOTTOEMEZZO per la regia e le scenografie e il PHOTOCLUB EYES per la parte organizzativa fotografica il tutto almeno un centinaio di persone con anche degli aiuti esterni e comunali

sepulchrum-04

Sfatiamo il falso mito che i bambini si spaventano per qualunque cosa, durante Sepulchrum i bambini sono rimasti molto coinvolti nell’evento ed hanno partecipato attivamente. Vuoi raccontarci qualche aneddoto in proposito?

Diciamo che sicuramente qualche bambino potrebbe essersi spaventato al primo impatto… ma poi ho visto che il rapporto tra zombie e bambini del pubblico e’ diventato sempre più’ amichevole… ho visto tanti ragazzini fermare gli zombie e i vampiri per il solito selfie poi direi che con i videogiochi che ci sono adesso non c’e’ niente da stupirsi che non abbiano paura…
una bella scena che ho visto e che mi e’ rimasta nel cuore e’ stata quando alla fine gli zombie sono andati a prendere i ragazzi disabili in prima fila e li hanno portati a ballare con loro e vedere la gioia e non paura di questi ragazzi mi ha dato veramente gioia.

sepulchrum-05

Collaborazione da parte del Comune, dei cittadini. Sicuramente vedere una partecipazione così sentita è stato emotivamente toccante. Qual è la situazione di San Felice sul Panaro a distanza di quattro anni dal terribile sisma che l’ha colpito?

Si e’ vero subito c’e’ stato un po di disaccordo tra i cittadini sapendo che gli zombie e i vampiri avrebbero sfilato per le vie di un paese ancora toccato dal terremoto del 2012 ma poi tutto e’ cambiato, vuoi la curiosità’ vuoi che poi anno capito che era solo spettacolo ma l’interesse e’ stato tanto che le vie del paese erano completamente gremite da persone che venivano da tutti le parti per venire a vedere questa nuova manifestazione per la prima volta a San Felice

Dopo quattro anni dal sisma di cose ne sono state fatte tante anche a partire subito dai primi giorni ma quello che secondo me ha rallentato i lavori e’ la burocrazia… chi ha potuto e’ partito da solo per riaprire le aziende e riportare la gente al lavoro..tanti si sono dati una mossa senza piangersi addosso ma il centro del paese e’ rimasto ancora come quel giorno o poco più’, mancano gli spazi dove organizzare mostre e incontri visto che il castello e’ ancora inagibile e lo sarà’ secondo me ancora per tanto tempo, e il famoso teatro.

sepulchrum-03

4. A due settimane da Sepulchrum vuoi farci un bilancio dell’evento?

Il bilancio? a due settimane da SEPULCRUM direi che il bilancio e’ sicuramente positivo, il paese pieno di gente come mai visto, i media e i social si sono intasati di foto dell’evento ma la cosa più’ bella e che oltre ai 150 figuranti professionisti che venivano da fuoti, abbiamo arruolato circa 70 figuranti da San Felice e paesi limitrofi che non avevano mai partecipato a questi eventi.

1e

5. Hai in previsione altri progetti di questo genere?

Sinceramente non sono mai fermo… dopo la mostra “ Omaggio a Fellini “ e “ suoi binari del tempo “ abbiamo appena finito la mostr “ omaggio a Tornatore “ più’ di 60 immagini dedicate ai film di Giuseppe Tornatore dove questa volta oltre alla mostra c’e’ anche il film girato dal regista Paolo Galassi “ Tornatores’ Way.
se mi chiedete se ci sarà’ un seguito a SEPULCHRUM ??? ancora non si sa… ma visto vi vasto interesse tra fotografi e la gente comune direi proprio di si…. sicuramente cambieranno le scenografie ma vedremo……

sepulchrum-07

6. Vuoi aggiungere qualcosa per i nostri lettori?

Questo evento e’ stato fatto con il cuore…non per spaventare la gente ma per dare di nuovo visibilità’ al nostro paese e forse ci siamo riusciti pienamente, colgo l’occasione per ringraziare tutti quelli che hanno creduto nel nostro progetto e se tutto va bene vi diamo appuntamento per SEPULCHRUM 2017……quando la paura non fa paura !
Grazie Roberto per questa intervista e per aver organizzato questo evento, grazie a tutti i tuoi collaboratori (il mio saluto personale va al grande Carlo Pedrini per l’impegno profuso), ai fotografi intervenuti, a Effeottoemezzo, a Photoclub Eyes, a tutti i cittadini di San Felice sul Panaro (ho interagito con molti e si sono dimostrati tutti gentili, disponibili, starordinari), alla polizia municipale che ho conosciuto di persona.
Un grazie molto sentito all’associazione Zombie Inside, tutti professionali ed avete dato il cuore e l’anima per questo evento, non posso citarvi tutti perché siete troppi e tutti nel mio cuore.
AGIRE è la chiave per ottenere risultati.
Non dimentichiamo più San Felice sul Panaro ed i suoi abitanti.

sepulchrum-07

Diritti d’autore delle fotografie di Roberto Gatti, Michele Luppi e Ivan Coatti.

Seguite l’evento su Instagram #sepulchrum_16

Zombie Inside: Facebook @ZombieInsideItaly