Sonic 2 – Il film: torna il supervelocista SEGA

È con un Jim Carrey che si trova in quello che definisce “purgatorio dei funghi” che apre Sonic 2 – Il film, sequel del cineVgame che, sfruttando il mix di live action e animazione digitale, aveva provveduto nel 2020 a trasferire sul grande schermo uno dei maggiormente popolari franchise videoludici targati SEGA.

Un Jim Carrey che, ovviamente, torna a vestire i panni del folle dottor Ivo Robotnik, stavolta destinato ad allearsi con il rosso Knuckles per cercare uno smeraldo il cui potere può consentire di distruggere la civiltà.

Jim Carrey and Knuckles (Idris Elba) in Sonic The Hedgehog 2 from Paramount Pictures and Sega. Photo Credit: Courtesy Paramount Pictures and Sega of America.

Senza calcolare, però, che anche il porcospino extraterrestre Sonic, superveloce come di consueto e che vediamo immediatamente in azione per ostacolare in città dei criminali inseguiti dalla polizia, sia affiancato da un nuovo compagno d’avventura proprio al fine di sventare i loro piani: il giallo Tails.

Il Tails con cui, quindi, è costretto ad intraprendere un viaggio in giro per il mondo, regalandoci sia frenetiche discese sulla neve che una divertente gag al matrimonio di Rachel alias Natasha Rothwell, cognata del Tom Wachowski nuovamente interpretato da James Marsden.

Il Tom Wachowski che torna accompagnato dalla Maddie di Tika Sumpter, nel corso di due ore di visione al cui timone di regia ritroviamo il Jeff Fowler autore del lungometraggio precedente.

Sonic (Ben Schwartz) in SONIC THE HEDGEHOG 2 from Paramount Pictures and Sega. Photo Credit: Courtesy Paramount Pictures and Sega of America.

Due ore di visione che, comprendenti anche un’esilarante gara di ballo all’interno di un locale siberiano frequentato da tipacci, manifestano un chiaro aumento delle dosi d’ironia, con tanto di frecciatine verbali rivolte a star hollywoodiane quali Channing Tatum, Vin Diesel e The Rock.

Man mano che non mancano evidenti omaggi alle imprese dello spericolato archeologo Indiana Jones e che si approda allo scontro conclusivo con un enorme automa.

All’insegna di un classico, costoso e fracassone spettacolo in fotogrammi atto a divertire soprattutto il pubblico dei giovanissimi che, trasudante effetti visivi, rende però Sonic 2 – Il film più ricco del suo comunque piacevole predecessore, sia per quanto riguarda i personaggi che le situazioni. E, tra forza, ingegno e velocità, l’indispensabile morale è che le famiglie restano unite a qualunque costo… anche se qualche minuto in meno avrebbe ulteriormente giovato all’operazione.

 

 

Francesco Lomuscio