Stasera in tv La vita è meravigliosa di Frank Capra

Stasera in tv su La7 alle 23,30 La vita è meravigliosa, un film del 1946 diretto da Frank Capra. Tratto dal racconto The Greatest Gift, scritto nel 1939 da Philip Van Doren Stern, è considerato uno dei film più ispiratori, popolari e amati del cinema americano, la cui visione è divenuta tradizionale durante il periodo natalizio. Il film, che vede James Stewart e Donna Reed tra i protagonisti, ottenne cinque candidature ai premi Oscar. Nel 1990 venne scelto per la conservazione nel National Film Registry della Biblioteca del Congresso degli Stati Uniti. Nel 1998 l’American Film Institute lo inserì all’undicesimo posto nella lista dei migliori cento film statunitensi di tutti i tempi, mentre dieci anni dopo, nella classifica aggiornata, è sceso al ventesimo. Con James Stewart, Donna Reed, Henry Travers, Thomas Mitchell, Ward Bond.

Trama
È la viglia di Natale e George Bailey è solo, su un ponte, con cattive intenzioni. Lui che ha rinunciato a tutto pur di mandare avanti l’attività del padre, morto prematuramente, ora si trova di fronte allo spettro del fallimento. Sarebbe stato meglio non esser mai nati, pensa lui. A quel punto scende giù dal cielo un angelo a mostrargli cosa sarebbe successo se lui non fosse mai nato.

“Non è Natale se all’interno del televisore non scorrono le immagini de La vita è meravigliosa, capolavoro della Settima arte che, diretto nel lontano 1946 da Frank Capra, soltanto successivamente raggiunse il suo status di classico, in quanto non riscosse molto successo ai tempi dell’uscita nelle sale cinematografiche statunitensi.

Un capolavoro circolato anche in versione colorizzata e che, nella sua originale in bianco e nero, Paramount, a settantatre anni di distanza, provvede a rendere disponibile su supporto blu-ray dopo un accurato lavoro di restauro e rimasterizzazione, consentendoci di immergerci di nuovo, nel migliore dei modi, nella fantastica vicenda del George Bayley interpretato da James Stewart.

Il George Bayley che, marito e padre di famiglia deciso a portare avanti la società immobiliare fondata dal defunto padre per sopperire alloggi di prezzo ragionevole alle persone meno abbienti, viene fermato dall’angelo Clarence quando arriva a tentare il suicidio a causa di un incidente amministrativo pilotato dall’arido speculatore Henry Potter alias Lionel Barrymore. Angelo inviato dal Cielo e che, incarnato da Henry Travers, gli mostra come sarebbe stata la vita dei suoi conoscenti se lui non fosse mai nato, rendendo decisamente all’avanguardia, per l’epoca in cui vennero realizzate, le circa due ore e dieci di visione.

Circa due ore e dieci di visione non distanti, in fin dei conti, dallo spirito e dalle tematiche introdotte da Charles Dickens nel suo mitico Canto di Natale, a cominciare dal già citato Potter simil-Scrooge; man mano che viene raccontata la crescita di George, fin da ragazzino, e che si approda agli ultimi quaranta emozionanti minuti immersi nella pura fantasia.

Con la risultante di una favola di celluloide a stelle e strisce che, magnificamente sceneggiata dal regista stesso insieme a Frances Goodrich e Albert Hackett, nasconde, in realtà, tra un fotogramma e l’altro, l’esame delle sofferenze e delle gioie di una vita normale nell’America dal 1919 al dopoguerra.

E perfino lo spettatore più cinico non riesce a trattenere le lacrime dinanzi all’immagine del protagonista che corre per la strada innevata gridando “Buon Natale” ne La vita è meravigliosa, accompagnato in questa edizione home video in alta definizione da una sezione extra rappresentata da tredici minuti riguardanti il restauro del film in 4K, otto di filmato del party di fine lavorazione e ventidue minuti di segreti da scoprire in compagnia degli storici del cinema Craig Barron e Ben Burtt”.

(Francesco Lomuscio)

 

 

Luca Biscontini