Stasera in tv Paradiso amaro di Alexander Payne, con George Clooney

Stasera in tv su La5 alle 21,10 Paradiso amaro (The Descendants), un film del 2011 diretto da Alexander Payne e basato sull’omonimo romanzo di Kaui Hart Hemmings. La pellicola è stata presentata in anteprima al Toronto International Film Festival il 13 Settembre 2011, e successivamente distribuita negli Stati Uniti prima in forma limitata il 18 Novembre, e poi completa il 9 Dicembre a cura della Fox Searchlight Pictures. In Italia è stato distribuito il 17 Febbraio 2012 da 20th Century Fox. Premio Oscar per la migliore sceneggiatura non originale ad Alexander Payne, Nat Faxon e Jim Rash e due Golden Globe (miglior film drammatico, miglior attore in un film drammatico a George Clooney). Con George Clooney, Judy Greer, Matthew Lillard, Shailene Woodley, Beau Bridges, Robert Forster, Michael Ontkean, Rob Huebel.

Trama
Matt King (George Clooney), marito indifferente e padre di due bambine, più che alla famiglia si è sempre dedicato alla sua carriera di avvocato e alla cura degli interessi economici derivanti dalla moltitudine di proprietà terriere alle Hawaii. Dopo che un incidente in barca nei pressi di Waikiki riduce la moglie in coma irreversibile, Matt scopre che la donna per anni ha condotto una doppia vita, tenendo in piedi una relazione con Brian, un venditore di immobili, residente nell’isola di Kauai. Intenzionato a conoscere il rivale, Matt decide di mettersi in viaggio insieme alle due figlie per recarsi dall’altro lato dell’arcipelago. Grazie al viaggio, l’avvocato rivaluterà tutto il passato rivoluzionando l’ordine delle sue priorità.

“Un Clooney intenso, bravo, calato nei panni di un uomo che scopre il tradimento della moglie in coma e si rende conto di aver sbagliato quasi tutto. Ne andranno di mezzo affari sentimentali e immobiliari alle Hawaii. Senza ricatti e con molta verità, Alexander Payne insegue ancora la crisi d’un uomo che non vuol fare l’eroe (Nicholson in A proposito di Schmidt…), attento a non naufragare con la famiglia. Brava la figlia Shailene Woodley, pessimo titolo italiano: era The Descendants. Un film che mixa storia, geografia, morale.”
(Maurizio Porro, Il Corriere della Sera, 17 Febbraio 2012)

“George Clooney nel ruolo di padre distratto, di marito tradito, di ricco proprietario terriero in una delle isole Hawaii, con spaventose camicie hawaiane, bermuda, ciabatte, e guance paffute, non è al meglio per le sue ammiratrici. Ma forse si sbagliano perché lui e il suo ultimo film ‘Paradiso amaro’, diretto dal venerato Alexander Payne, hanno entusiasmato la critica non solo americana, vinto i Golden Globe e sono tra i candidati agli Oscar (con 5 candidature, tra cui miglior film, miglior regia, miglior attore protagonista). Il titolo originale, The Descendants si riferisce al fatto che Clooney e i suoi molti grassi cugini ubriaconi discendono da una principessa locale e da un banchiere americano, e hanno ereditato un immenso meraviglioso incontaminato terreno nell’isola di Kau’ i. Il titolo italiano, più spiccio, riassume la situazione: il paradiso è Honolulu e dintorni, e sin dalle prime scene di grattacieli, traffico pazzo e capanne sulla spiaggia ci si ripromette di non andarci mai. L’amaro è la sconvolgente disgrazia che si abbatte su una famiglia molto americana che come tante appariva felice ed invece non lo era affatto.”
(Natalia Aspesi, La Repubblica, 17 Febbraio 2012)

 

 

Luca Biscontini