Steve Hackett “rivisita” i Genesis in Italia

Steve Hackett è in tour in Italia nel 2019 per quattro imperdibili date!

L’ex chitarrista dei mitici Genesis, infatti, suonerà nel nostro paese il prossimo 29 Aprile a Roma (Teatro Brancaccio), il 30 Aprile a Bologna (EuropAuditorium), il 2 Maggio a Torino (Teatro Colosseo) e il 3 maggio a Bergamo (Teatro Creberg) nell’ambito del Genesis Revisited Tour 2019 – Selling England By The Pound The Entire Album Plus Spectral Mornings 40° Anniversary, prodotto da Musical Box 2.0 Promotiom e Ventidieci, ovvero trentuno date in diciassette paesi.

Durante lo show il musicista britannico si esibirà presentando per la prima volta live l’intero album Selling England by the pound, uno dei più apprezzati della lunga discografia dei Genesis, più il suo riuscito album solista Spectral mornings che festeggia il quarantesimo anniversario. Ci sarà spazio anche per altri “classici” della band di Phil Collins più inediti.

“Sono entusiasta di presentare per intero quello che è il mio preferito tra tutti gli album dei Genesis, Selling England by the pound“, spiega Hackett. “Quando uscì, nel 1973, catturò subito l’attenzione di John Lennon. In quel momento ho sentito che stavo suonando la chitarra nella migliore band al mondo e che si stavano aprendo le porte per noi. Sono inoltre felice di poter suonare brani tratti da Spectral mornings, che festeggia il suo quarantesimo anniversario, di presentare qualche assaggio del nuovo album ed alcune tra le gemme dell’indimenticabile repertorio dei Genesis…sarà un concerto fantastico!”.

Credits: Lee Millward

Ad affiancare Steve on stage vi sarà una band di tutto rispetto composta da alcuni “fedelissimi” di Hackett, ovvero alle tastiere Roger King (Gary Moore, The Mute Gods), alla batteria, percussioni e voce Gary O’Toole (Kylie Minogue, Chrissie Hynde), al sax, flauto e percussioni Rob Townsend (Bill Bruford), al basso e chitarra Jonas Reingold (The Flower Kings), alla voce Nad Sylvan (Agents of Mercy).

Un avvenimento musicale da non perdere per i fan dei Genesis, dei quali Hackett entrò a far parte nel 1970, prendendo il posto del chitarrista originario e membro fondatore Anthony Phillips, che decise di dedicarsi alla carriera solista, dalla quale ha avuto poi numerose soddisfazioni.

Da notare che Hackett e Phillips in seguito hanno collaborato insieme in più di un’occasione, nell’ambito dell’album di Steve Out of The tunnel’s mouth, del 2010, e per il progetto musicale Harmony for elephants, per la difesa degli elefanti in Africa. Per l’occasione i due bravissimi chitarristi hanno composto ed eseguito, insieme a Roger King, il pezzo In a perfect world. Tra i maggiori successi di Steve, che, come tutti gli altri membri dei Genesis, è stato inserito nel 2010 nella prestigiosa Rock’n Roll Hall Of Fame, il supergruppo GTR fondato insieme a Steve Howe, chitarrista degli acclamati Yes. Il più recente album di Steve Hackett risale allo scorso anno e si intitola The night siren.

 

Susanna Marinelli