The LEGO Movie 2 – Una nuova avventura: il ritorno di Emmet e Lucy

Dopo il successo di The LEGO Movie (2014), LEGO Batman – Il Film (2017) e LEGO Ninjago – Il Film (2017), arriva l’atteso The LEGO Movie 2 – Una nuova avventura, diretto da Mike Mitchell e che riprende il discorso interrotto nel primo film, in cui il giovane protagonista Tim si divertiva a giocare, insieme a suo papà, con i personaggi LEGO della città immaginaria di Bricksburg, dando vita all’impacciato Emmet, alla frizzante Lucy e a tutti i loro amici.

In questo secondo capitolo sono trascorsi cinque anni e Tim viene raggiunto dalla sorellina Bianca nell’enorme cantina in cui è solito giocare. Da questo momento in poi, gli abitanti di Bricksburg vngono minacciati da inquietanti e misteriosi personaggi della serie LEGO Duplo.

Analogamente al capostipite, ciò che maggiormente colpisce di The LEGO Movie 2 – Una nuova avventura sono le straordinarie ambientazioni ricreate e le curate animazioni dei personaggi. Il tutto, ovviamente, realizzato con i mattoncini LEGO.

A differenza del primo film, però, qui il mondo reale “interferisce” molto più spesso con quello inventato, facendo in modo che, man mano che ci si avvicina all’epilogo, il discorso finisce per prendere un’altra piega, trasferendo l’attenzione più sul rapporto fratello-sorella dei protagonisti che sulle vicende dei personaggi LEGO, per prima di approdare a un telefonato happy end.

La cosa, tuttavia, sarebbe anche interessante, soprattutto per il discorso riguardante l’importanza degli affetti e dei legami familiari. Eppure, proprio per come viene trattata, il prodotto finale pecca di eccessivo buonismo, sebbene si riveli complessivamente spassoso e ricco di citazioni cinematografiche (tra cui, per esempio, ambientazioni che ricordano chiaramente Mad Max e riferimenti ai numerosi lungometraggi dedicati al personaggio di Batman).

Al termine della visione, per i temi trattati viene naturalmente da pensare alla saga di Toy Story, ma, per quanto riguarda l’originalità di essi e la profondità con cui gli stessi vengono messi in scena, siamo decisamente lontani dai prodotti Pixar.

Ciò che rimane nella mente al termine della visione è solo una martellante (ma indubbiamente orecchiabile) canzone dal titolo La canzone che ti entra in testa. Appunto, il vero e proprio tormentone di questo The LEGO Movie 2 – Una nuova avventura.

 

 

Marina Pavido