The wedding date – L’amore ha il suo prezzo: in dvd la commedia nuziale con Debra Messing, Dermot Mulroney e una giovane Amy Adams

Distribuito nelle sale cinematografiche italiane a fine Aprile 2005, viene riscoperto su supporto dvd da Mustang Entertainment (www.cgentertainment.it) The wedding date – L’amore ha il suo prezzo, che, all’epoca più volte annunciato con il titolo Un amore in prestito, andò ad aggiungersi allo stuolo di commedie d’ambientazione nuziale quali Il matrimonio del mio migliore amico e Il mio grosso grasso matrimonio greco di Joel Zwick.

Scritto dall’esordiente Dana Fox prendendo ispirazione dal romanzo Asking for trouble di Elizabeth Young, pone al proprio centro la Debra Missing della serie televisiva Will & Grace nei panni di Kat Ellis, single e residente a New York che, in occasione dell’arrivo del matrimonio della fortunata sorellastra Amy, interpretata da una Amy Adams ancora lontana dalle candidature all’Oscar, si trova costretta a spostarsi a Londra, dove risiede la sua bizzarra famiglia.

Uno spostamento che deve affrontare completamente sola e che la porta ad ingaggiare per seicento dollari un accompagnatore dal momento in cui, come se non bastasse, a sconvolgerle la vita provvede la notizia che il testimone dello sposo è il suo ex fidanzato Jeffrey alias Jeremy Sheffield.


 Accompagnatore che, ovviamente, occorrerà per far credere a Jeffrey e a tutti i presenti che sia il suo realmente innamorato compagno e che corrisponde all’affascinante rubacuori Nick Mercer, in possesso delle fattezze del Dermot Mulroney de La neve nel cuore.

Accompagnatore il cui compito sarà quello di aiutarla a districarsi tra gli svitati familiari, nel corso di oltre un’ora e venti di visione a proposito di cui la regista Clare Kilner – autrice, tra l’altro, di Janice Beard – Segretaria in carriera e Contratto d’amore – ha dichiarato: “Sono molto interessata a come le persone si preparano ad affrontare un evento ‘pubblico’ come un matrimonio, e soprattutto a come cercano di nascondere o camuffare la realtà per l’occasione. Credo che un matrimonio sia veramente un evento divertente per esplorare quella sorta di dictomia che c’è in ognuno di noi”.

E, con evidenti rimandi all’ormai classico Quattro matrimoni e un funerale di Mike Newell, è una colonna sonora che ripesca orecchiabili hit del passato – da One fine day delle Chiffons a I got the feeling di James Brown – a commentare una love story dai picchi ironici che è, nel contempo, anche il racconto per immagini di una famiglia disfunzionale.

Man mano che, tra romanticismo dietro l’angolo e qualche risata (occhio soprattutto all’irresistibilmente esilarante personaggio della cugina di Kat), è soprattutto la bravura della Messing ad emergere nel corso di The wedding date – L’amore ha il suo prezzo, in questo caso corredato di otto scene tagliate, trailer originale, interviste a Mulroney, la Adams, la Kilner, la Holland Taylor che ricopre il ruolo di Bunny e la protagonista, che fornisce anche il commento audio e che è presente nella featurette di sette minuti Debra Messing parla del film.


Francesco Lomuscio