Vincenzo Petrarolo ci parla del suo Suicide Love!

Amici di Mondospettacolo, oggi incontriamo il regista, attore e in questo caso anche autore Vincenzo Petrarolo, lo faremo per parlare dei suoi ultimi lavori, in particolare il pilota completo della serie Suicide Love che vede tra i protagonisti la bellissima e brava Manuela Zero e Abraam Fontana. Ho visto Il pilota su Youtube.

E dopo averlo visto, mi è sembrato doveroso spendere due righe su questo progetto molto innovativo per il panorama delle webseries italiane.

Ciao Vincenzo! Bentornato su Mondospettacolo. Parlaci del tuo Suicide Love.

Ciao Alessandro! Suicide love è un esperimento che in realtà è stato girato circa 3 anni e mezzo fa! La mia idea era sviluppare una serie con uno stile fumettistico, dove le immagini spesso si trasformassero in cartone animato e in fumetto appunto!! Come protagonista volevo che ci fosse un disegnatore di fumetti Dante,che nel giorno in cui il suo fumetto”Evil Dante” (una sorta di alterego versione cattivo del protagonista) potrebbe essere distribuito da un editore importante, incontra una ragazza: “Kristal” interpretata da Manuela Zero, che sembra uscita da un manga per adulti. Kristal gli stravolgerà l’esistenza catapultandolo in un viaggio onirico. Una caratteristica di Suicide Love è anche quella del  parlare e citare Anime, Manga giapponesi, fumetti Marvel e DC classici; nel pilota ci sarà un monologo su Margo’ di Lupen e si parla anche di Thor.

Dopo la fine della realizzazione del girato, ho tenuto nel cassetto questo progetto in quanto ebbi l’opportunità di girare il mio primo lungometraggio l’horror stile mokumentary “Lilith’s Hell” presentato dal maestro Ruggero Deodato, scritto da Davide Chiara. Conosciuto proprio sul progetto di Suicide Love, Davide mi ha dato un supporto a sviluppare la sceneggiatura del pilota della serie.

Quest anno, mentre ero in sala montaggio, chiesi ad Andrea D’Emilio, montatore dell Ipnotica (società di produzione con la quale sto ultimando il mio secondo film ): di darmi una mano a ultimare il montaggio del pilota della serie che avevo iniziato con il montatore Bruno Perrone, e così con Andrea abbiamo iniziato a ultimare il montaggio, nel frattempo uno dei miei produttori Giuseppe Andreone vedendo il premontato è entrato in coproduzione, aiutandomi ad ultimare gli effetti VFX fatti dalla società AnimatiKa e devo dire che il pilota nonostante che è nato come un esperimento a costo quasi zero,  ha preso forma

Come hai scelto la protagonista Manuela Zero.

Manuela era una mia amica che veniva dal canto e la danza , e da poco si stava affacciando alla recitazione io l’ avevo notata nel film di Abel Ferrara con Asia argento e William Dafoe “Go Go Tales” e quando gli proposi l’idea Manuela accettò subito e lo sviluppo del personaggio di Kristal lo ha fatto suo con estrema facilità, dando una personalità eclettica, folle, complessa ma al tempo stesso molto sensuale, inoltre fisicamente Manuela sembra propio un manga giapponese, con i suoi occhi grandi da cerbiatta e le sue gambe lunghe, ma credo che il tocco speciale, sia stata anche la scelta della parrucca colorata che fa di Kristal un personaggio veramente interessante, da farci un action figure.

Parlaci della lavorazione sul set e delle location che ho trovato molto interessanti.

Il set è stato molto faticoso, essendo un progetto che includeva scene esterne in moto, un circo e un nigth club! Ma devo dire che grazie al fatto che ho molte conoscenze e uno spirito organizzativo molto sviluppato, sono riuscito a organizzare il tutto in tempi da record, carino l’aneddoto di come ho trovato il circo.. Ero al telefono, fermo ad un semaforo in moto, (più o meno come nel pilota della serie) al telefono il Dop mi fa :”Ma dove lo troviamo un circo gratis !?!” Io mi giro verso sinistra e vedo un circo, chiudo la telefonata e mi fiondo nel circo, conosco il padrone e lo convinco a farci girare delle scene gratis.

Che mi dici riguardo gli effetti speciali, tra l’altro molto belli, dove le scene si trasformano spesso in fumetto e cartone animato.

Gli effetti speciali VFX erano un problema serio che mi ha fatto tenere il tirato del cassetto per tre anni, perché comunque sono molto dispendiosi e io un po’ per mancanza di tempo e un po’ per mancanza di budget non stavo sviluppando, ma poi grazie al produttore Andreani siamo riusciti a ultimarli con l’animatika e devo dire che hanno fatto un lavoro molto grazioso! Lo sviluppo e il processo dei VFX è durato circa due mesi e mezzo ed è stato un lavoro molto certosino con i ragazzi dell animatiKa facevamo molte riunioni e sono stati fatti tanti test prima di arrivare allo sviluppo definitivo.

Anche le musiche sono molto interessanti.

Le musiche sono state affidate a Carmelo Avanzato, mentre le due cover sono state interpretate da Martina Benedetti una giovane cantante a mio parere con un talento incredibile la sigla di Suicide Love la trovo incredibilmente incisiva, se la senti, ti entra nel cervello in un nano secondo. Carmelo è stato molto bravo a capire l’idea del pilota della serie, creando delle musiche che sono un omaggio a molte sigle e sonorità, che ricordano i cartoni animati degli anni 80.

Come hai idea di sviluppare la serie e  come intendi divulgarla?

Il pilota è stato selezionato al Roma Web Fest, per questo lo abbiamo postato su YouTube, ma sto presentando il progetto ad una società di produzione che sviluppa serie televisive che propone serie TV a piattaforme tipo Netflix ,Amazon Prime o Sky, ho appuntamento a fine novembre grazie all interessamento al progetto da parte del casting director Franco Alberto Cucchini che ha appunto firmato e mi ha aiutato a sviluppare il cast artistico dei miei due lungometraggi; con Franco è nato un rispetto reciproco e una collaborazione su vari progetti tra i quali Suicide Love che vorremmo sviluppare con 10 episodi da 30 minuti l’uno.

Parlami del cast tecnico.

La produzione esecutiva, l’ho data in mano come sempre a mio fratello che è incredibile come riesce a centellinare il budget a disposizione, la fotografia è di Luigi Marani, un amico che oltre a fare la fotografia è anche un regista e montatore di talento, il villan del pilota Abraam Fontana interpreta Frost che ha dato un carattere particolare al personaggio, i costumi sono di Nicola Mucciaccia un artista e pittore molto poliedrico, per non parlare dell operatore che si è fatto un “culo” (scusate il francesismo) a portare a casa il girato avendo veramente pochi mezzi a disposizione il bravo Gabriel Cash!

Inoltre, stiamo sviluppando anche il fumetto di Suicide Love con il fumettista talentuoso “Dante Castelliti” che quando ha visto il pilota e vedendo che il protagonista si chiama Dante come lui e che fa il fumettista come lui e disegna un fumetto che si chiama Evil Dante  che è il suo alterego.. ha accettato subito il progetto, troppe coincidenze!

Bene Vincenzo, a nome mio e della mia redazione, ti auguro un grosso in bocca al lupo per i tuoi progetti così particolari e ben curati che stai sviluppando con professionalità e passione!

Grazie a te Alex,  un saluto ai follower di Mondospettacolo, spero che il pilota vi piaccia, se così sarà: mettete un like e condividetelo con i vostri contatti per farlo girare Thanks.

Dimenticavo, il 28 Novembre alla sala Kodak della casa del Cinema di Villa Borghese alle 13.30 ci sarà la proiezione del pilota completo. Vi aspetto numerosi.

Alex Cunsolo